La Roma Primavera ha travolto il Cagliari per 5-1 in trasferta agganciando il terzo posto in classifica e chiudendo al meglio il 2019. Ecco le dichiarazioni del tecnico Alberto De Rossi dopo la gara ai microfoni di Roma Tv.

Sicuramente è soddisfatto della vittoria che era assolutamente scontata, un risultato importante con squadra che è seconda in classifica?
"Questa valutazione è la valutazione che ho fatto con i ragazzi. Con le prime in classifica abbiamo fatto bene, meno bene con le altre squadre. Nelle altre partite dovevamo essere più protagonisti. Al momento ci accontentiamo della classifica attuale. Vedere i ragazzi con questo piglio, con questa personalità, in casa di una grande dopo essere andati in svantaggio, è veramente una bella cosa".

Una Roma che ha avuto la reazione e ha dominato il campo, possiamo dire che questa è la roma si deve vedere?
"Sì capisco che il campionato è difficile, ma la squadra ha dei valori. Sono forti, è anche una squadra con un gruppo importante, non solo tre/quattro giocatori. Dovemmo aspirare a qualcosa di meglio, fermo restando che siamo l'unica squadra che ha fermato l'Atalanta, abbiamo fatto bellissime partite con le squadre di prima fascia. Dovemmo essere più continui e attenti, insomma un po più dentro la partita, dentro tutta la partita".

Nonostante ci siano tanti assenti, l'impressione è che anche chi entra dalla panchina è pronto per entrare, è cresciuto tanto il gruppo attraverso le cadute?
"Sì è vero, lo sottolineo che sia fondamentale in questo campionato e in futuro farsi trovare pronti per cambiare la partita in corso, per stravolgere il risultato che c'è in quel momento. Abbiamo cinque cambi a disposizione, quindi quei cinque cambi possono cambiare la partita. In questo momento ci sta riuscendo, tanti stanno lavorando benne, e chi sta fuori non si sente escluso. Fermo restando che giocheremo sempre così molto propositivi. Infischiandocene dei nostri limiti, che vanno comunque allenati".