Il mister Alberto De Rossi e il centrale giallorosso Sdagui hanno rilasciato alcune dichiarazioni a Roma Tv al termine della partita persa nel finale dalla Roma Primavera contro l'Empoli per 2-1.

De Rossi a Roma tv

Cosa non ha funzionato?
"Di nuovo l'equilibrio. O siamo troppo bassi o siamo troppo alti, come quando abbiamo preso gol. Ci esponiamo a ripartenze, è una situazione che abbiamo già affrontato. Dovremmo essere più equilibrati. Le ripartenze per noi sono micidiali per una questione morfologica dei nostri difensori. È anche una questione mentale".

Il campo era piccolo…
""Questo bisogna lasciarlo da parte, il campo è questo, non lo scegliamo. Dobbiamo affrontare tutte le situazioni. Dobbiamo adattarci a tutto. La squadra ha creato però stiamo qui ancora una volta a valutare una gara che per larghi tratti abbiamo portato avanti, ma alla fine non ci rimane niente. Scoccia un pochino uscire dal campo sconfitti di nuovo dopo una partita così".

Ora come si prepara la Juve?
"Non cambia nulla. Non ci cambia niente come mentalità e obiettivi. Sono molto concentrato sull'analizzare la partita di oggi. È assurdo perdere una partita del genere. Dovremo analizzare questa partita, poi penseremo a quella con la Juventus".

Sdaigui a Roma tv

Cosa non è andato?
"Non è andata perché non abbiamo finalizzato. Abbiamo avuto tante occasioni, ci hanno concesso tanto, soprattutto nel primo tempo. Poi quando non segni rischi sempre di subire gol in contropiede".

Questo non è un campo che vi favoriva...
"Il campo era piccolo, la palla schizzava, tanti rimpalli, dovevi sempre esser pronto sulle seconde palle".

Sconfitta che fa male ma ora testa alla Juve tra una settimana, come si prepara una partita così dopo una sconfitta del genere?
"Sì certo, c'è tanto rammarico. Potevamo rimanere in vetta. Ora dobbiamo esser più affamati e pensare solo alla prossima partita".