Al termine della sconfitta rimediata dalla Roma Primavera nel derby, l'allenatore giallorosso Alberto De Rossi ha parlato ai microfoni di Roma Tv.

Ci troviamo in imbarazzo a giudicare queste gare, perché riviviamo le occasioni e vediamo che la Roma produce ma loro mettono la testa fuori due volte e vanno 2-0...
"Succede che si sbaglia qualche passaggio, l'alta percentuale di palleggio dei nostri ragazzi può portare a qualche palla persa, è così e la squadra si sbilancia, perde fiducia come è successo nel secondo tempo, ed è cosi che torniamo indietro nel tempo. Ho rivisto la partita di Firenze, noi giochiamo e loro segnano, non deve succedere. E' chiaro che un passaggio può esser  sbagliato, ma dobbiamo allenarci soprattutto mentalmente. Se siamo una squadra che deve giocare 100 palloni devono essere palloni giusti non sbagliati".

La Roma non si è scomposta dopo l'1-0, cosa è successo nella ripresa?
"Si è scomposta, abbiamo perso di fiducia. Non era facile perché loro erano tutti dentro l'area e non c'erano tante soluzioni. Abbiamo provato a cambiare qualcosa mettendo il doppio attaccante, Ma non abbiamo equilibrio e serenità con il doppio attaccante, siamo abituati al 4-3-3, ma dobbiamo perdere quest'abitudine, stiamo provando il 4-3-1-2 e vogliamo farlo vedere al più presto".

Ci sono stati aspetti positivi?
"Anche oggi abbiamo dimostrato di esser forti, siamo stati arrembanti,  ragazzi devono imparare che quando giocheranno nel calcio che conta dove i 3 punti sono essenziali non bisogna prendere gol. E' questione di mentalità, diamo più importanza alla fase di possesso che non possesso e dobbiamo essere più equilibrati".

Come sta Calafiori?
"Ora è andato in clinica a far esami strumentai, non dovrebbe essere gravissimo. Da quello che mi ha detto qualcosa c'è stato ma non da tornare indietro nel tempo. Gli avversari sono stati carini perchè si sono avvicinati a lui conoscendo la sua storia fatta di sofferenza. Speriamo sia una cosa di pochi giorni".