Alberto De Rossi, allenatore della Roma Primavera, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Roma Tv al termine della sfida contro la Juventus, vinta per 2-1 dai giallorossi. Di seguito le sue parole. 

"Non saprei dove iniziare, dico che la Juventus è un avversario molto forte. Siamo andati in difficoltà nella ripresa ma, una volta subìto il gol, abbiamo continuato a palleggiare e penso che questa sia la risposta principale in questa partita. Vogliamo arrivare terzi perché dà dei vantaggi e poi perché ci darebbe tanta soddisfazione, poi abbiamo avuto una crescita esponenziale e questo è sotto gli occhi di tutti. Abbiamo avuto poi diversi infortunati, insomma, non è facile sopperire a tanti ragazzi infortunati e abbiamo messo un po' tutto dentro. Sarebbe una grande soddisfazione arrivare terzi, poi le partite vanno sempre giocate, siamo soddisfatti per la crescita dei ragazzi. Celar ci ha fatto salire, può fare 3 gol a partita, deve dare tutto sé stesso e dare il massimo. Un gol solo per lui è negativo. Abbiamo sopperito alla mancanza di tanti effettivi con dei ragazzi sotto età, questo la dice lunga sulla forza mentale. Oggi è entrato Bove e sembrava giocasse con noi da sempre, io lo mando in campo tranquillamente perché sa cosa deve fare".