Giovanili

Under 17, ricomincia la stagione dei campioni: c'è Cassetti nello staff

Ieri la Figc ha reso noto il programma: esordio col Lecce. Il 6 novembre il sentitissimo derby con la Lazio, tornano Bari e Palermo. Due nuovi acquisti: Mlakar e Golic

L’esultanza dei classe 2006, dopo lo scudetto vinto il 25 giugno, contro il Milan: erano Under 16, ora sono stati promossi in Under 17

L’esultanza dei classe 2006, dopo lo scudetto vinto il 25 giugno, contro il Milan: erano Under 16, ora sono stati promossi in Under 17 (As Roma via Getty Images)

03 Agosto 2022 - 11:00

Torneranno in campo tra un mese, i campioni d’Italia della Roma Under 16, domenica 4 settembre, e lo faranno contro il Lecce: ieri la Federcalcio ha reso noto (oltre ai gironi di U16 e U15) il calendario del campionato Under 17, in cui sono stati promossi i ragazzi del 2006. La loro stagione era finita con delle finali ad elevato tasso di difficoltà, eliminando Inter, Lazio (nell’annata migliore che hanno) e Juve, prima della finale vinta ai supplementari contro il Milan di Ignazio Abate, che nonostante la sconfitta è stato promosso alla guida della Primavera: ripartiranno dal girone C, che prevede, oltre al sentitissimo derby, fissato per il 6 novembre e per il 12 marzo, il ritorno, con la promozione in B, di due società di ottima tradizione giovanile come Bari e Palermo. Falsini aveva delle richieste, ma è rimasto alla Roma, ed è rimasto nella categoria, salutando i 2006 per accogliere in U16 i 2007, che avevano concluso la stagione perdendo (con onore, e molti rimpianti, per le occasioni sprecate) la semifinale U15 con il Milan, poi Campione d’Italia: il gruppo con cui ha vinto lo scudetto ripartirà da Marco Ciaralli, che ha fatto un’ottimo lavoro con l’Under 17, eliminata in semifinale da un’Inter che era forse la squadra più forte del campionato (anche se poi lo ha perso in finale col Bologna, ed è stata la sorpresa dell’anno). Con loro ci sarà Marco Cassetti, che torna nella società in cui ha militato per 8 stagioni, con in tasca il patentino Uefa Pro, che gli permetterebbe di allenare anche in A. Per il momento non avrà una panchina tutta sua ma collaborerà con le 4 squadre che vengono dopo la Primavera, Under 18, Under 17, Under 16 e Under 15.

Due acquisti e mezzo

Non ha subito grossi stravolgimenti la rosa dei 2006: mancava un uomo gol, visto che Nardozi (miglior marcatore e autore del gol scudetto) si è fermato a quota 10, e negli ultimi mesi ha giocato più da esterno che da prima punta: la Roma ne ha presi due, ma il primo, lo sloveno Luka Mlakar, arrivato dal Domzale, inzierà sotto età, con l’Under 18 di Tanrivermis. Mentre Ciaralli, che ha fatto un ottimo lavoro con Misitano, tanto da mandarlo sotto età in Primavera, avrà a disposizione un ragazzo che viene dai dilettanti, il gigante Edoardo Colasurdo, punta centrale con un passato nelle giovanili della Lazio, nella scorsa stagione con il Grifone. Manca solo l’annuncio, ma è tutto fatto, firme incluse, tanto che il ragazzo è già al lavoro con i nuovi compagni. E con lui c’è anche un altro nuovo acquisto, pure lui sloveno e arrivato dal Domzale, a cui ieri la Roma ha ceduto il 2003 Zajsek: è Lovro Golic, difensore centrale, mezzi fisici importanti. Ma il colpo più atteso è tra i pali: Renato Bellucci Marin, italo-brasiliano, si allena con le giovanili della Roma dal 2020, a settembre farà 16 anni e potrà finalmente essere tesserato e debuttare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA