I giallorossi

Giovanili, road to the Finals

L'U14 pareggia sul campo della Lazio e la elimina: ora le Final Four. Ko innocuo per l’U18, goleada dell’U15, rimontata l’U16 ma può ribaltare: domani il ritorno

I ragazzi dell'U14 che festeggiano dopo il pareggio con la Lazio

I ragazzi dell'U14 che festeggiano dopo il pareggio con la Lazio

17 Maggio 2022 - 09:50

Un rammarico e un paio di gioie nel fine settimana del settore giovanile giallorosso, che si avvicina sempre di più alla fase calda del campionato. Primavera e U18 avevano le ultime gare di una regular season già vinta, la squadra di De Rossi, nonostante le assenze - tra squalificati, diffidati a riposo e infortunati mancavano i tre difensori titolari, la coppia in mediana, fantasista e centravanti - ha battuto 4-1 la Fiorentina, eliminandola dai playoff (doppietta di Cassano, rigore di Pagano e gol di Cherubini). Ieri sono diventate ufficiali le date: il 27 maggio a Sassuolo la semifinale con la vincente di Atalanta-Juventus, finale al Mapei Stadium il 31 maggio. Meno positiva la domenica dell'U18, che aveva dato 6 titolari a De Rossi, schierato il 2006 Ivkovic, convocato per la prima volta e fatto debuttare gli U17 Cavacchioli, Touadi, Marazzotti, Cichella e Tarantino: Bolzan era con l'Italia Under 17, che ieri ha debuttato all'Europeo perdendo 3-2 contro una fortissima Germania (il romanista ha segnato il 2-2, e sfiorato il 3-3 di testa, trovando un grande intervento del portiere dello Stoccarda Seimen). Con una formazione più che sperimentale, e il cipriota Karagiorgis espulso prima dell'intervallo, è finita 5-0 per la Spal (doppietta per Dell'Aquila, romano, un fratello passato anche per Trigoria), che ha chiuso al secondo posto, con Bologna e Fiorentina.

Il rammarico

L'Under 16 ha sfiorato l'impresa, portandosi sul 3-0 in casa dell'Inter, nell'andata degli ottavi: sblocca Pedro Lopes centrando l'incrocio da trequarti, poi Almaviva e Litti, sinistro sul palo lontano, i nerazzurri indovinano i cambi e vincono 4-3. Grande amarezza, ma domani alle 11 c'è il ritorno, a Trigoria, e basterà l'1-0. Alle 15 c'è Roma-Ternana, una semplice formalità dopo il 5-0 di domenica: sblocca Arduini, poi Panico e due centrali Zinni e Terlizzi, chiude Morucci con un gran tiro all'incrocio. Meno spettacolare l'1-1 dell'U14 in casa della Lazio, su autogol (imbucata di Mariani, che ha poi sfiorato il 2-1, destro da fuori e gran parata di Russi). Ma bastava il pari per vincere il secondo girone: la squadra di Scala è in semifinale scudetto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA