i giovani giallorossi

Roma Primavera: oggi in campo per una difficile vendetta contro la Fiorentina

Giallorossi già certi del primo posto in classifica, all'ultima della regular season. Con una vittoria, la Viola è fuori. Ma ci sono 2 squalificati e 5 diffidati

La Roma Primavera scesa in campo contro il Cagliari (As Roma via Getty Images)

La Roma Primavera scesa in campo contro il Cagliari (As Roma via Getty Images)

15 Maggio 2022 - 09:24

Si chiude oggi la regular season del campionato Primavera, dopo l'anticipo di ieri, l'1-1 tra un Bologna già salvo, e fuori dai giochi per i playoff, e un Pescara da tempo retrocesso in Primavera 2. Le altre gare hanno tutte qualcosina in palio, tanto da richiedere la contemporaneità: tre gare che riguardano la zona salvezza si giocheranno alle 12 (Lecce-Torino, Milan-Genoa, Napoli-Verona), le altre alle 14, Roma-Fiorentina al Tre Fontane, ma anche Atalanta-Sassuolo, Empoli-Cagliari, Juventus-Spal, e Sampdoria-Inter, con SportItalia che farà una sorta di diretta gol, invece che trasmettere una sola gara per intero. Ci sono in palio il secondo posto, che vale la qualificazione diretta in semifinale (l'Inter, battendo la Sampdoria, lo avrebbe senza neanche guardare gli altri risultati), e il sesto, l'ultimo che vale i playoff.

Al momento lo occupa la Sampdoria, che però deve sfidare l'Inter, spera di prenderselo la Fiorentina, che è settima, prima delle non qualificate: se la Roma vincesse li farebbe fuori, e sarebbe una bella rivincita sulla squadra di Aquilani, che ha eliminato i giallorossi in semifinale di Coppa Italia (poi vinta, ed era la quarta di fila). Però De Rossi ha Volpato (subentrato col Venezia), Tahirovic e Morichelli squalificati, e ben 5 diffidati, 3 difensori e 2 centrocampisti: Ndiayè, Tripi, Keramitsis (che era in panchina all'Olimpico), Faticanti e Di Bartolo. Con un giallo salterebbero la semifinale: non sembra davvero il caso di rischiare, visto che la Roma è già aritmeticamente prima nel girone.

Parla il mister

«Ogni partita è una verifica per i ragazzi - ha dichiarato Alberto De Rossi ai social della Roma - per capire errori o certe cose fatte bene. Ogni partita ti lascia delle considerazioni da fare, sono momenti di crescita. Dobbiamo collegare questa partita alle finali: mantenere alta l'attenzione e presentarci al massimo. Vogliamo finire in bellezza e i ragazzi non devono perdere di vista l'obiettivo, che è la loro crescita».

© RIPRODUZIONE RISERVATA