L'allenatore della Roma Primavera Alberto De Rossi e l'attaccante giallorosso Mirko Antonucci hanno parlato dopo la sconfitta contro l'Inter. Queste le loro parole:

ALBERTO DE ROSSI A SPORTITALIA

Cosa vi è mancato per i 3 punti?
A prescindere dalla disamina della gara, era una partita in cui i ragazzi avrebbero meritato un risultato positivo. Non credo che abbiamo demeritato di fronte a una squadra forte come l'Inter, probabilmente ci stava stretto anche il pareggio, ma ci manca qualcosa. Siamo una buona squadra, di talento, con giocate sempre presenti in campo ma dobbiamo trovare questa scintilla che in certi momenti non c'è. Sul secondo gol avevamo in pugno la gara, stavamo facendo bene ma dobbiamo migliorare sotto l'aspetto della continuità. Comincia a diventare fastidiosa questa cosa di giocar ebene e non raccogliere niente.

Cosa ha detto ai ragazzi?
C'è poco da dire. Bisogna rincuorarli, sono molto giovani sentono il peso di questo campionato e di giocare in un settore giovanile così importante. Non sanno cosa vuol dire, qualcuno viene dagli allievi, qualcuno da altre squadre, ancora devono sentire questa cosa. Qui si gioca per fare bene e mettersi in evidenza, però dobbiamo fare anche risultato e non possiamo uscire sconfitti per un'altra disattenzione.

Testa alla Youth League…
Godiamoci questa partita, soffriamo per la sconfitta. Oggi voglio soffrire per questa sconfitta, non si può già pensare alla gara dopo, dobbiamo pensare a perché abbiamo perso questa, poi penseremo all'Atletico Madrid.

Suo figlio ha mostrato carattere contro la Svezia, anche nel post…
Volete chiedere a me com'è mio figlio? Non mi sono sorpreso di nulla.

MIRKO ANTONUCCI A ROMA TV

Come stai?
Mi sento bene, sono contento di essere tornato. Mi dispiace per il risultato ma ora riprendiamo la condizione fisica e torniamo in campo bene.

Venite punti al minimo errore…
Credo poco alla sfortuna, dobbiamo pensare a migliorare giorno dopo giorno. Durante l'allenamento dobbiamo far bene per far bene sabato.

Cosa è successo sull'1-2?
Nel secondo tempo siamo entrati con un'altra testa, sbagliando un po' in difesa. La sconfitta è di tutti, dobbiamo prenderne atto.

Che idea ti sei fatto del campionato?
E' un campionato difficile rispetto agli altri anni, dobbiamo arrivare tra i primi quattro.

Mercoledì sfida decisiva…
Si è decisiva. Ci arriveremo con la testa giusta, speriamo bene.