Sette gol per certificare la superiorità e assicurarsi il passaggio ai quarti di finale. L'A.S.Roma ha travolto la Roma CF per 7-0 (vittoria più larga di sempre) al centro sportivo Certosa Calcio in una partita senza storia, come era normale che fosse. La sfida era quella rinviata per ben quattro volte causa coronavirus (inizialmente era in programma il primo novembre) e alla squadra di Bavangoli bastava un pareggio per vincere il girone e avanzare alla fase a eliminazione diretta. Pratica archiviata dopo una prima fase di controllo ma senza trovare spazi.

Al 14' però Andressa si è svegliata dal torpore per il rigore sbagliato in Supercoppa con una bella punizione valsa il vantaggio. Subito dopo, la prova dell'unità del gruppo: tutte insieme, di corsa per prendere la maglia di Hegerberg e farsi sentire vicine dopo la lesione del crociato di venerdì. Di lì in poi una gara tutta in discesa che, con il passare dei minuti diventava sempre meno impegnativa per Bartoli e compagne. La brasiliana si è ripetuta sette minuti dopo, spingendo in porta l'assist di Thomas: la francese era stata mandata bene in profondità dopo uno scambio nello stretto tra Bernauer-Severini. A completare la buona prova di Andressa è arrivato anche la sua terza rete, ancora una volta su punizione. È la prima tripletta in giallorosso per lei e la seconda in assoluto segnata da una giocatrice della squadra di Bavagnoli, che poi ha trovato nei suoi prodotti del settore giovanile una ricca fonte di gol e qualità.

Beata gioventù

Nella formazione titolare c'erano già Corrado, sicura in difesa salvo qualche minima distrazione, Severini a far tanto lavoro sporco a centrocampo e Corelli, sempre in campo dal 1' in coppa. La prima ex vivaio a iscriversi al tabellino è stata però Alice Massa che ha messo la firma per il 4-0 al 68', soltanto 3' dopo aver debuttato tra le "grandi". Nel limite di quanto concesso dalle doti tecniche, la Roma CF ha tentato qualche sortita offensiva cercando di scavalcare la difesa avversaria con delle verticalizzazioni, mettendo raramente in difficoltà Baldi e il suo reparto di difesa. Poi ancora due giovani per la prima volta in gol: Landa all'82' su assist dell'ispirata Erzen, e due volte Corelli da dentro l'area piccola, per il 7-0 definitivo. Da segnalare anche l'esordio della promettente Battistini, presa dal Cesena per la Primavera di Fabio Melillo. Una prova di forza che era prevedibile ma che dà alla Roma un'ulteriore spinta di consapevolezza e tanta esperienza per le giovani di belle, bellissime speranze. Ai quarti ci sarà la doppia sfida contro la Florentia, con l'andata in trasferta nell'ultimo week-end di gennaio. Domenica invece la prima gara di campionato del 2021 contro il Napoli al Tre Fontane.

Linari, manca solo la firma

Nel primo pomeriggio intanto, il primo colpo di mercato delle giallorosse ha fatto un altro passo verso la squadra: Elena Linari è arrivata a Roma ieri e ha sostenuto le visite mediche di routine a Villa Stuart. A brevissimo la firma e l'ufficialità, poi Bavagnoli avrà il suo top player in difesa.