All'evento "Sportweek Talk", organizzato da La Gazzetta dello Sport, sono intervenuti in qualità di ospiti l'allenatrice della Roma Femminile Betty Bavagnoli, l'estremo difensore delle giallorosse Rosalia Pipitone e l'ex terzino francese Vincent Candela. Queste le loro dichiarazioni:

Betty Bavagnoli
"I Mondiali femminili hanno dato un grandissimo cambiamento e un grande risvolto al calcio femminile. Ormai sto alla Roma da un anno e mezzo e confidavo che la passione, l'entusiasmo e la genuinità dei nostri tifosi che guardano le nostre partite con calore sarebbe stata incredibile. Sarò sempre grata alla società per avermi dato questa possibilità. Ogni volta che entro al Tre Fontane e sento l'inno provo un'emozione incredibile, e lo dico da non romana. Daremo sempre tutto per soddisfare i nostri sostenitori".

Vincent Candela
"Gladbach-Roma? Si tratta certamente di una partita importante ma non fondamentale perché la Roma è comunque prima in classifica. Un pareggio o una sconfitta non sarebbero dei risultati così decisivi. Occhio comunque ai tedeschi, perché nelle ultime 4 gare hanno fatto un bel calcio e il mister Rose ha fatto un grande lavoro. Mi aspetto una bella Roma, anche perché Fonseca ha dato un gioco piacevole alla squadra. In generale stasera è importante, ma non fondamentale, perché mancano ancora due partite".

Rosalia Pipitone
"Il calore del popolo giallorosso è difficile da trovare altrove. Sono 9 anni che sto qui a Roma perché prima giocavo nell'altra squadra prima che venisse comprata. Quindi ho sempre vissuto il tifo giallorosso ed è una cosa unica, una delle cose più belle che il campo ti possa regalare"