Questa mattina Martina Piemonte e Camilla Labate sono intervenute a Radio Capital per parlare della loro esperienza di quest'anno con la maglia della Roma Femminile.

La centravanti ha confrontato l'esperienza italiana con quella avuta in Spagna ai tempi del Siviglia. "Sono tanti anni che lì promuovono il calcio femminile - dice l'attaccante giallorossa - qui in Italia succede da poco, circa due anni. Siamo considerate dilettanti ancora, non professioniste. In Spagna il movimento è molto più conosciuto, sono soprattutto gli uomini che lo guardano".

Hanno poi parlato della nazionale italiana e del prossimo Mondiale che si giocherà in Francia. "Noi non facciamo parte della nazionale maggiore - dicono entrambe - ancora giochiamo con l'Under 23". Prosegue poi Camilla Labate, terzino della squadra: "In quel periodo io non potrò neanche andare a vedere le compagne in Francia, perché ho le Universiadi a Napoli. Ci aspettiamo e speriamo in una grande affluenza di pubblico".

La domanda finale ha riguardato gli idoli con cui le ragazze sono cresciute. "Ibrahimovic, soprattutto per le caratteristiche fisiche, mi piace da morire. Sono alta, lui è alto, a entrambi piace fare a sportellate in mezzo al campo", ha detto Piemonte. "Per me senza pensarci è Cristiano Ronaldo" ha poi concluso la numero diciassette della formazione di Betty Bavagnoli e vice campionessa d'Italia con la Roma Femminile Primavera.