"Intanto io pregherei la regia di inquadrare l'assistente donna - dice Sergio Vessicchio di CanaleCinque Tv - è una cosa inguardabile. Uno schifo vedere le donne fare gli arbitri, in un campionato in cui le società spendono centinaia di migliaia di euro; è una barzelletta della Federazione una cosa del genere". Sessismo e arretratezza, tutto in pochi secondi.

Nei giorni in cui il movimento del calcio femminile continua la sua crescita e fa registrare il record assoluto di presenze per una partita in Italia, il telecronista di Agropoli-Sant'Agnello, match del girone B d'Eccellenza, ha scatenato molte polemiche con il suo commento contro la guardalinee Annalisa Moccia. Dopo il clamore suscitato dalle parole di Vessicchio e il suo confermare la propria tesi sui social, il presidente dell'Ordine dei Giornalisti della Campania, Ottavio Lucarelli, ha annunciato la sua sospensione dall'ordine.

L'account Twitter della Roma Femminile ha mostrato il proprio sdegno condividendo il video: "Cosa ci tocca sentire".