Le parole

Femminile, Spugna: "Contro la Fiorentina ci aspettiamo una gara difficile"

Il tecnico giallorosso alla vigilia del match contro le Viola: "Loro stanno bene, sono prime in classifica con 9 punti. Dobbiamo fare una partita importante"

Alessandro Spugna, allenatore della Roma Femminile

Alessandro Spugna, allenatore della Roma Femminile (As Roma via Getty Images)

La Redazione
23 Settembre 2022 - 16:53

Domani al Tre Fontane alle ore 14.30 andrà in scena la quarta giornata di Serie A Femminile tra Roma e Fiorentina. Alessandro Spugna, tecnico delle giallorosse, ha presentato la sfida ai microfoni ufficiali del club. Di seguito le sue parole. 

L'entusiasmo della Champions sarà fondamentale anche per affrontare la Fiorentina con così poco tempo di distanza dall'ultima gara?
"Sicuramente. L'entusiasmo ti fa recuperare un po' di forze. L'impegno è stato duro, tosto, però dobbiamo subito metterci in testa che arriva una squadra che è prima in classifica. Quindi dobbiamo fare una partita importante. Abbiamo delle calciatrici che possono entrare in campo fresche, quindi dovremmo cercare di sfruttare al meglio la rosa".

La partita delle ex, sia da una parte che dall'altra. In questo caso per un allenatore che conosce già alcune calciatrici è un vantaggio?
"Sicuramente può essere un vantaggio, ma in questo momento l'unica cosa a cui dobbiamo pensare è capire chi sta meglio, chi ha recuperato prima e poi mettere in campo una formazione in grado di mettere in difficoltà la Fiorentina".

La Fiorentina è una squadra che ama giocare, lo ha detto anche la coach Panico, che verranno a Roma per cercare di imporre il proprio gioco. Si aspetta una gara molto aperta?
"Probabilmente sì, loro in questo momento stanno molto bene, hanno la forza di avere 9 punti in classifica, avendo vinto le prime 3 gare. É una squadra che rispetto all'anno scorso ha cambiato completamente volto, quindi ci aspettiamo una gara difficile, contro una squadra forte. Però anche noi lo siamo e verrà fuori una bella partita all'insegna dello spettacolo". 

© RIPRODUZIONE RISERVATA