Le dichiarazioni

Roma Femminile, i protagonisti. Bartoli: "Notte che non si può dimenticare"

Il tecnico delle ragazze giallorosse Alessandro Spugna e il capitano della squadra hanno parlato al termine del match vinto ai rigori contro il Paris

Capitan Bartoli durante un match della Roma Femminile

Capitan Bartoli durante un match della Roma Femminile

La Redazione
21 Agosto 2022 - 23:06

Al termine dell'entusiasmante e storica vittoria della Roma Femminile sul Paris, risultato grazie al quale le giallorosse sono andate avanti nella Women’s Champions League, il tecnico Alessandro Spugna e il capitano Elisa Bartoli hanno parlato ai microfoni dei canali ufficiali del club. Le loro parole. 

Spugna

La Roma c’è in questa Champions League.
“Abbiamo fatto una grandissima gara, con un avversario forte. Una partita incredibile, fatta benissimo, qualcosa abbiamo anche rischiato, ma alla fine le migliori occasioni sono state le nostre. Ai rigori ci ha detto bene, ma siamo meritatamente avanti in Champions League”.

Ora c’è un’altra fase prima di accedere ai gironi di Champions.
“Ora godiamoci questo momento, questa serata, successivamente avremo qualche partita di campionato e poi vedremo quale sarà il sorteggio. Giocheremo una partita a Roma, sarà un turno andata e ritorno ed è molto bello”.

Romanisti che sono stati anche al seguito qui a Glasgow.
“Testimonia che i romanisti sono da tutte le parti. È stato bello avere questo affetto intorno, ci ha fatto molto piacere”.

Bartoli 

È una notte che non si può dimenticare”, ha commentato emozionata Elisa Bartoli. “Ho fatto una promessa a un mio amico che sta lottando per la sua vita in questo momento. Gli ho promesso che avremmo portato la Champions League a Roma per farlo venire e ci siamo riuscite. Abbiamo giocato una grande partita, esprimendo un buon gioco a livello tecnico, tattico e agonistico, con cattiveria”, ha proseguito il capitano. “Ce la meritavamo davvero e ci siamo riuscite. È un sogno, al quinto anno siamo riuscite a fare qualcosa che sognavamo da tempo, con duro lavoro e sacrifici. Ci godiamo il momento e ci rivediamo nella città più bella del mondo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA