Oggi si gioca Sassuolo-Roma, probabilmente la partita più importante del campionato delle giallorosse. Dalle 14.30 all'Enzo Ricci la squadra di Spugna può concretizzare il percorso virtuoso portato avanti fino a oggi e mettere una seria ipoteca sul secondo posto in classifica, quello che vale la Champions, quello che vale l'obiettivo di una stagione intera. All'andata contro le neroverdi era arrivata la prima vittoria delle 9 consecutive in A (con la prima doppietta giallorossa dell'ex della gara Pirone) e dopo i pareggi con Juve e Milan si può chiudere il cerchio. Vincere significherebbe andare a più 6 sulla squadra di Piovani (fermate sul pari dall'Empoli la scorsa settimana) con 4 gare abbordabili da disputare con Verona, Fiorentina, Sampdoria e Lazio.
«Siamo di fronte a una partita che può avvicinarci davvero tanto all'obiettivo - ha dichiarato il tecnico Spugna ai canali ufficiali romanisti - il Sassuolo è una squadra che sta facendo molto bene anche se sta avendo qualche problema a livello numerico per qualche infortunio. Bisogna affrontarla con grande rispetto e determinazione». Qualche infortunio di troppo ce l'ha anche la Roma: è ancora fuori Haavi per la lesione muscolare rimediata in coppa Italia e ieri Serturini ha reso nota la sua positività al Covid. L'allenatore potrebbe spostare Lazaro a sinistra del tridente offensivo con Pirone davanti a tutti, o mettere Andressa dietro alle punte. Difficile pensare che cambi qualcosa in difesa e a centrocampo. La gara di oggi sarà trasmessa su Timvision.