Dopo la neve il ghiaccio avvolge la Capitale. Le temperature nella notte a Roma sono scese sotto lo zero e così tutta la neve sciolta ieri si è trasformata in ghiaccio, che sta causando non pochi problemi ai cittadini romani. Come segnala Luceverde Roma, si registrano varie criticità in molte zone della città. Nella giornata di oggi la temperatura massima prevista è di circa 4 gradi, mentre nella prossima nottata la temperatura scenderà nuovamente, fino a toccare i meno 6 gradi. I servizi di trasporto sembrano ritornati nella norma, mentre la linea ferroviaria è ancora in tilt. Trenitalia ha fatto sapere che i treni ad alta velocità partiranno e arriveranno nella Stazione Tiburtina e non a Termini. Sarà garantito l'80% dei treni Alta Velocità e il 50 % dei treni regionali. 

  Aumentano anche le misure di sicurezza per aiutare i senzatetto. La Caritas ha annunciato l'aumento delle squadre per aiutare i più bisognosi e il Comune di Roma ha comunicato che ci sono ancora 1700 posti disponibili. Le scuole invece potrebbero restare ancora chiuse per ben 9 giorni, sia per le condizione climatiche, ma anche per le votazioni del 4 marzo, che comporteranno un'ulteriore chiusura.    

La Sindaca Raggi, al termine della riunione operativa presso il Coc della Protezione Civile di Roma, ha poi precisato: «voglio rassicurare i genitori domani le scuole saranno aperte, il sistema ha funzionato, no a inutili allarmismi. In base alle previsioni che abbiamo direi che domani le scuole si riaprono normalmente».