Oltre a Paulo Fonseca, anche Gonzalo Villar ha parlato in conferenza stampa alla vigilia di Young Boys-Roma. Il centrocampista spagnolo, come ammesso dallo stesso tecnico, troverà molto spazio nell'arco della stagione e potrebbe essere protagonista nella sfida d'esordio in Europa League. Ecco le sue parole.

Qual è stata la principale difficoltà di passaggio dal calcio spagnolo alla Serie A?
"Sono tipi di calcio diverso. Io ero in Serie B spagnola e mi è sembrata una differenza di ritmo. Qui si gioca  a un ritmo più alto. Rispetto alla scorsa stagione mi sento più preparato. Mi sento bene, mi alleno il più forte possibile e mi sento meglio della stagione passata".

Come vivi Pedro? Te lo aspettavi a questo livello?
"E' vero che tutti siamo ammirati dal livello a cui sta giocando Pedro. Specialmente per me che sono spagnolo come lui è stata una cosa buonissima che sia venuto qui, ha segnato due gol. E' stato una cosa incredibile, e non solo per i gol, sta giocando benissimo, non si ferma mai, sembra abbia 22 anni come me. Per questo le gioca tutte, sembra un giovane. Per noi è una cosa buona perché, per esempio per il mio amico Carles Perez, ha davanti un esempio ottimo per imparare, può dargli tanti consigli. Questo è molto buono per noi".