Paulo Fonseca ha risposto alle domande dei giornalisti in conferenza stampa alla vigilia di Udinese-Roma. Il tecnico portoghese alle 13.30 dirigerà l'ultimo allenamento prima della partenza per Udine prevista alle 17. Domani alle 20.45 il match contro i bianconeri.

Un giudizio su Borja Mayoral.
"È un buon giocatore ma non parlo perché ancora non è un nostro giocatore, parlo solo della squadra".

Confermerà la squadra vista con la Juventus?
"Non posso dire sempre la squadra che giocherà (ride, ndr). Non penso di cambiare molto ma vediamo domani".

È rimasto sorpreso dalle parole dell'agente di Diawara?
"Sì, Diawara ha giocato sempre ed è uno di quelli che è cresciuto di più. È stato e è un giocatore importante per la squadra. Non c'è nessun problema con lui. Se l'agente pensa che questa è la forma corretta, se pensa che mi può impressionare devo dire che ha sbagliato. Però devo dire che Diawara è molto importante per la squadra e per me".

Ha poca fiducia della sua panchina?
"Ho fiducia in tutti, ho parlato di questo dopo l'ultima partita e non ho altro da dire".

È contento del mercato? La Roma si è rinforzata?
"Non parlo del mercato. Penso che abbiamo pochi giorni per chiuderlo e dopo possiamo parlarne".

Pellegrini in media ha messo in mostra buone statistiche difensive, può essere quello il suo nuovo ruolo?
"Lui può giocare in diverse posizioni, adesso ha giocato lì'e ha fatto bene. Può giocare in diversi ruoli e contro la Juve ha fatto una bellissima partita".

Cosa manca alla Roma per il definitivo salto di qualità?
"Abbiamo fatto buone partite contro le grandi squadre e abbiamo creato le situazioni per vincere. Non è facile. Quello che manca è fare gol e concretizzare le situazioni create".

Pere può giocare titolare? C'è un titolare della fascia destra?
"Non c'è un titolare. Karsdorp e Santon hanno giocato bene le prime due. Poi abbiamo Bruno che è più offensivo ma ha iniziato a lavorare pochi giorni fa e non è al meglio fisicamente. Penso che dobbiamo aspettare per farlo ritornare. Sta recuperando".

Contro l'Udinese sarà importante l'intelligenza dei trequartisti per scardinare la difesa?
"Questa è una partita diversa, ci aspettiamo una squadra che difenda bassa. Penso che sarà importante trovare la profondità per attaccare la porta. Dovremo avere pazienza e scegliere il momento giusto. Tutte le grandi hanno avuto difficoltà a vincere a Udine. Difendono bassi e sono bravi a uscire".

Si aspetta i gol degli attaccanti?
"Mi aspetto i gol di tutti i giocatori, mi aspetto tanto da tutti. La verità è che abbiamo creato tanto ma non è importante chi fa gol ma concretizzare le occasioni che creiamo. Poi a quel punto sarà naturale vedere i gol degli attaccanti".

È felice che il mercato sta per finire?
"Il mercato aperto non è facile per gli allenatori. Io preferisco stare senza mercato perché è più facile lavorare con la squadra. In questo momento siamo vicini alla chiusura e sarà più facile lavorare con tutti".