Alla vigilia dell'incontro di Europa League tra Roma e Wolfsberger Paulo Fonseca ha tenuto la conferenza stampa. Queste le sue parole.

Che tipo di avversario si aspetta dopo la vittoria del Wolfsberger in Germania?
"Sarà sicuramente una partita difficile, contro una squadra che ha battuto 4-0 il Borussia. Una squadra di qualità, ho visto la sua partita e il risultato dimostra il valore della squadra, molto temibile in contropiede e solida in difesa".

Kolarov e Dzeko possono riposare?
"Non vi rivelerò se giocheranno o meno, è una possibilità.- Può succedere, hanno giocato tutte le partite. Anche loro hanno bisogno di tirare il fiato".

Se domani arrivasse una vittoria ipotecherebbe il passaggio del turno?
"Come ho sempre detto quello che conta è la prossima partita. Scenderemo in campo pensando alla prossima gara, senza fare troppi calcoli. Penseremo alla partita di domani".

L'infortunio di Mkhitaryan se lo portava dietro da tempo o è un nuovo tipo di problema?
"Già lamentava un fastidio all'adduttore, con questo numero di partite ravvicinate era chiaro che potesse accusare qualche fastidio. Lo avevamo tenuto fuori preventivamente contro l'Atalanta per recuperare e lo aveva fatto, poi contro il Lecce ha avuto questo problema, ma è un normale risentimento".

Come stanno Kalinic e Zappacosta? Possono giocare domani?
"Volete costringermi a rivelare la formazione... Farò una concessione: ho già detto che Kolarov e Dzeko riposeranno quindi giocherà Kalinic. Zappacosta si è allenato con noi negli ultimi giorni, ma non è ancora al meglio per disputare una partita intera".

Vedendo questa squadra giocare a Monchengladbach sembra che fisicamente dà molto, come l'Atalanta. Domani sarà un'altra prova dura e fisica per la Roma, la formazione e il tipo di gioco di domani rifletteranno questo aspetto?
"È curioso quello che mi chiede perché qualche giorno fa mi avevano detto "Mister giochiamo contro l'Atalanta d'Austria". Anche questa è una squadra fisicamente forte e aggressiva nei duelli, ma non gioca uomo contro uomo a tutto campo, è una squadra reattiva e pressa quando perde palla, presente nei duelli fisici".

Ha già visto una partita del Wolfsberg?
"No, oggigiorno esiste una grandissima quantità di strumenti per visionare gli avversari che spesso non è necessario vedere le partite in diretta".

Smalling è rientrato dopo un infortunio e ha giocato due partite molto buone. A che percentuale è adesso? Vuole creare una coppia fissa o li alternerà, avendo 4 soluzioni?
"La questione dei difensori centrali è simile a quella dei centrocampisti, ma io non ragiono in termini di coppie fisse ma partita per partita, chi è nelle condizioni migliori. Smalling ha giocato le sue prime due partite e si è mostrato già a buon livello ma può migliorare nel posizionamento sulla linea difensiva che gli permetterebbe di giocare ancora meglio".

Vi ha aiutato la prestazione del Wolfsberger a Monchengladbach per non farvi sottovalutare la partita domani?
"Abbiamo visto diverse partite come facciamo abitualmente e abbiamo preparato la nostra strategia in funzione di quello che abbiamo visto. Sono rimasto sorpreso positivamente, il Wolfsberger è stato sottovalutato ma ha dimostrato di essere forte soprattutto nella vittoria sul Moenchengladbach e nella misura con cui è arrivata".