Le parole del dirigente della Roma Morgan De Sanctis durante la conferenza stampa di presentazione di Chris Smalling:

"Oggi presentiamo Chris Smalling un grandissimo difensore che in 9 stagioni ha giocato più di 300 partite con il Manchester United. Siamo convinti che ci darà un grande contributo all'assetto difensivo e all'equilibrio e alla mentalità di squadra".

Siete preoccupati dai tanti infortuni che si sono già verificati?
"Le cose non sono cominciate nel verso giusto. Voglio scansare ogni tipo di alibi. Ho sentito parlare di Trigoria e dei campi di allenamento. C'è stato una ristrutturazione dello staff medico e siamo nelle condizioni di dare ai calciatori tutte le opzioni per allenarsi bene. Aspettiamo un tempo più lungo è per essere preoccupati. Vorrei venisse portata avanti una cultura della responsabilità che non sia dell'alibi per i risultati sportivi. Siamo attenti a tutto e sotto tutti i punti di vista".

Smalling in prestito secco, fisserete un diritto di riscatto già durante la stagione?
"Quest'anno nella rosa abbiamo inserito quattro giocatori con questa formula. Lui, Zappacosta, Kalinic e Mkhitaryan: il profilo loro, la necessità della Roma e la loro ci fa essere tranquilli che siano operazioni ben fatte. Più avanti faremo le valutazioni del caso, ma per la tipologia di giocatori che è arrivata possiamo confidare sia stato fatto tutto nel migliore dei modi".

Prendere giocatori in prestito secco rappresenta un cambio di filosofia o un'opportunità? E perché tutti in Premier League?
"Sulla filosofia, sul progetto, è più adatto Gianluca Petrachi a rispondere a questa cosa e spiegarla bene. Riguarda una parte alta della prima squadra che io non posso permettermi di affrontare. In Premier ci sono opportunità importanti perché ci sono grandi giocatori, non è che si ragiona sulla Premier o si esclude un altro campionato. È la qualità del giocatore che deve soddisfare la Roma".

Parecchi giocatori arrivati dalla Premier League. C'è stata la mano di Baldini?
"La prossima settimana rientra Petrachi e risponderà, trovo questa domanda maliziosa. Sono arrivati grandi giocatori, la provenienza può essere anche casuale visto che è arrivato un grande giocatore dalla Spagna".