Se è difficile comprare, in questo mercato lo è ancora di più vendere. Non gira un euro e l'immobilismo che fin qui si è registrato, da parte un po' di tutti i club, ne è la chiara dimostrazione. E per la Roma, che ha una vagonata di giocatori da cedere tra rientri dai prestiti ed esuberi, è un bel problemone. Pinto ci sta lavorando da quando è sbarcato a Trigoria, ma per il momento fin qui non è riuscito a chiudere nessuna trattativa in uscita.

Le due che, per quello che ci risulta, sono più avviate sono quelle che riguardano Kluivert e Nzonzi. Il primo richiesto dal Lipsia, il secondo dal Rennes, cioè le due squadre con cui hanno giocato l'ultima stagione. L'olandese che, peraltro, non dispiace a Mourinho, ha fatto capire che sarebbe felice di continuare la sua esperienza in Bundesliga. Il Lipsia ha già formalizzato un'offerta da dodici milioni, ma la società giallorossa ne chiede perlomeno sei in più per santificare la fumata bianca. Anche per il francese i contatti con il Rennes sono stati avviati da tempo. Il Polpo, per la sua ultima stagione di contratto con la Roma, pesa a bilancio per poco più di sette milioni che sono quelli che la società giallorossa ha chiesto per cedere definitivamente il cartellino del centrocampista che da queste parti tutto è stato meno che un successo. Il Rennes finora non è arrivato a offrire questi sette milioni, ma i sussurri che arrivano fanno ritenere che alla fine l'affare si possa concludere positivamente.

Per tutte le altre trattative in uscita, i problemi sono parecchi. Prendiamo lo svedese Olsen. Il portiere ha giocato (pochino) l'ultima stagione all'Everton. Ancelotti aveva fatto capire di volerlo riscattare, solo che il tecnico italiano ha salutato la Premier per tornare a sedersi sulla panchina del Real. E l'Everton la prima cosa che ha fatto è stata quella di comunicare di non avere nessuna intenzione di riscattare il portiere. Si proverà a trovare una nuova squadra per lo svedese, disposta a versare i quattro milioni e mezzo che servono per evitare di fare una minusvalenza che sarebbe autentico veleno per i conti giallorossi.

C'è poi la questione Florenzi. L'ex Capitano romanista alla Roma ha fatto sapere di voler essere ceduto. Si sperava che il Psg potesse esercitare il diritto di riscatto fissato a nove milioni un anno fa, ma il club francese non pare per nulla intenzionato a farlo. Quindi? La Roma non vuole trattenere nessuno, ma i dieci milioni per il cartellino li vuole, a meno di fare scambi con Inter (D'Ambrosio) e Juventus (Szczesny). Per Under, di rientro dal prestito al Leicester, al momento non pare ci siano estimatori. Si spera possa fare un Europeo da protagonista con la Turchia per trovare un club disposto a pagare i quindici milioni che la Roma vuole per il cartellino del turco.