Marash Kumbulla è molto vicino alla Roma: l'affare è in chiusura per una cifra vicina ai trenta milioni di euro con un quinquennale da poco meno di due milioni di euro a stagione. Il difensore centrale nasce a Peschiera del Garda l'8 febbraio 2000 da genitori albanesi e possiede la cittadinanza italiana, ma non è convocabile per la selezione azzurra perché l'anno scorso ha scelto di vestire la maglia dell'Albania, con cui vanta una presenza. Cresciuto a partire dalla stagione 2008-09 nell'Hellas Verona, sua squadra del cuore, nonostante l'età è diventato in breve tempo un pilastro del reparto difensivo della squadra di Juric, fin dalla prima giornata di Serie A 2019-20, dopo soli i sedici minuti raccolti nella Serie B 2018-19: nella stagione appena conclusa ha collezionato venticinque presenze in campionato (con lo sfizio di una rete, un colpo di testa contro la Sampdoria), saltando due match per squalifica e nove per un infortunio al bicipite femorale che lo ha tenuto lontano dal campo nelle ultime cinque partite.

Caratteristiche tecniche

L'Hellas di Juric, che nella scorsa stagione è risultata l'ottava miglior difesa a pari merito con la Roma di Fonseca (addirittura la quarta prima del lockdown), è una squadra molto organizzata che gioca ad alta intensità e che si sviluppa bene sulle fasce. I difensori centrali, oltre a essere coinvolti molto nella fase di costruzione dal basso, si esprimono con decisione nel recupero del pallone: gli scaligeri, con 382 falli commessi, sono la squadra più aggressiva tra le prime dieci squadre classificate in Serie A. Nella linea a tre del Verona il giovanissimo Kumbulla è stato utilizzato 13 volte al centro, 11 sul centro-sinistro e due volte come braccetto destro, assumendo le caratteristiche del contesto tattico gialloblù: bravo nell'anticipo e nelle letture e cattivo nei contrasti, risulta quinto in Serie A per palloni intercettati a partita (2) e quarto per fuorigiochi provocati a partita (0,7), insieme a Chris Smalling. Anche se il dato importante è un altro: nessuno nel corso della Serie A 2019-20 è stato più efficace nei duelli difensivi, con un successo del 71,8% (dato Wyscout).

Rispetto agli altri due centrali titolari dell'Hellas 2019-20, Rrahmani, ora passato al Napoli di Gattuso, e Günter, è quello più aggressivo (2.6 contrasti vinti a partita) ma anche quello meno coinvolto nella costruzione (gli altri due hanno tentato più passaggi a partita). Tuttavia Kumbulla si mette in mostra con una grande personalità anche in fase d'impostazione con una discreta qualità nel controllo del pallone. Di piede destro, ha una precisione dell'85% (89% nella propria metà campo, 77% in quella avversaria), ed effettua 1.6 passaggi lunghi a partita.