Eppur si muove. Perché nonostante tutto quello che stiamo vivendo, anche in questo periodo proliferano le voci sul mercato che verrà. Tutte da verificare, per carità, per certi anche di cattivo gusto, ma non si possono ignorare. Soprattutto se qualcuna di queste voci vede al centro un giocatore della Roma. Come lo è Robin Olsen, quest'anno in prestito secco al Cagliari, ma cartellino di proprietà della società giallorossa con cui ha un contratto, esaurita questa stagione, per altri tre anni. Lo svedese sarebbe al centro dell'interesse di diverse società, cosa che ricordando la sua prima stagione italiana con la maglia giallorossa, una certa sorpresa non può non suscitarla.

La fila parte col Cagliari

E invece pare proprio che lo svedese abbia una certa fila alla porta di casa. In testa alla fila, ci sarebbe proprio il Cagliari che vorrebbe tramutare il prestito secco in un acquisto da concretizzare nel prossimo mercato estivo, a patto però che la società del presidente Giulini prima ceda Cragno al miglior offerente. Non basta. Perché sull'estremo difensore vichingo ci sarebbero anche lo Sporting Lisbona e il Bologna, per ragioni che a noi rimangono parecchio misteriose. Per ora, sempre che queste voci abbiano un fondamento concreto, non è trapelata nessuna cifra a proposito del valore del cartellino di Olsen. Si può andare per deduzione.

Le cifre

Partendo da quello che, due anni fa, costò alla Roma per acquistarlo dai danesi del Copenaghen. All'epoca lo svedese fu pagato 9 milioni cash più bonus tra i 2 e i 3 milioni di euro. Questo vuole dire che considerando un ammortamento annuale di poco inferiore ai 2 milioni, la Roma per non rischiare di fare una minusvalenza che sarebbe veleno per i conti giallorossi, lo dovrà vendere, minimo, per una cifra tra i cinque e i sei milioni. Non è un'esagerazione, ma neppure poco per società che hanno budget comunque limitati. C'è da credere, peraltro, che la Roma chieda di più per il cartellino di Olsen, puntando a fare una piccola plusvalenza. Se ci sarà qualcuno che garantirà questa cifra, a Trigoria esulterebbero.