Matteo Politano è arrivato in giallorosso dall'Inter in uno scambio alla pari con Spinazzola. Entrambi i calciatori italiani sono stati valutati 28 milioni di euro, cifra che permette alle due società di non fare minusvalenze. L'esterno italiano, cresciuto a Trigoria e da sempre tifoso romanista, torna nella Capitale dove con la Primavera ha vinto campionatoCoppa Italia.

La scheda di Politano

Nome: Matteo Politano
Età: 26
Data di nascita: 03/08/1993
Luogo di nascita: Roma
Nazionalità: Italiana
Altezza: 1.71 m
Peso: 65 kg
Piede: Sinistro
Palmarès: 1 Campionato Primavera , 1 Coppa Italia Primavera
Partite in gare ufficiali 2019-2020: 15 partite totalizzate fra Serie A e Champions League
Precedenti squadre: Perugia, Pescara, Sassuolo e Inter
Presenze in Nazionale: 3 presenze e 1 gol con la Nazionale maggiore

Descrizione tattica

Matteo Politano è un mancino naturale che risulta abile anche con il piede destro, è dotato di un ottimo tiro dalla distanza e di grande precisione nei passaggi. Abile nell'accentrarsi e calciare, si dimostra un buon tiratore anche sui calci piazzati.

I dribbling e le finte sono tra le giocate migliori del suo repertorio. L'ex Inter e Sassuolo si distingue per rapidità e velocità,  insieme alla capacità di controllare il pallone in progressione. Doti, che unite a una discreta resistenza fisica, lo rendono perfetto per i ruoli di fascia.

Politano nasce come esterno offensivo destro ma è comunque un giocatore duttile, grazie alle sue qualità tecniche e tattiche, che si adatta molto bene ai diversi sistemi di gioco. Principalmente è schierato come esterno destro sia nel 4-3-3 che nel 4-2-3-1, ma sa adattarsi anche sulla fascia opposta, e può ricoprire il ruolo di seconda punta nel 3-5-2.

La carriera

Matteo Politano inizia a giocare giovanissimo nel settore giovanile della polisportiva Selva Candida. All'età di undici anni, viene acquistato dalla Roma che lo aveva fatto visionare in una serie di provini da Bruno Conti. Nel Club giallorosso svolge tutta la trafila nel settore giovanile della Roma arrivando fino alla Primavera, dove vince un Campionato e una Coppa Italia.

Nella stagione 2012-2013 viene ceduto in prestito al Perugia nel campionato di Lega Pro Prima Divisione dove ha totalizzato 35 presenze e 10 reti. Successivamente il 1º luglio 2013 passa in comproprietà al Pescara dove nelle due stagioni giocate in serie B colleziona 81 presenze e 12 gol. 

Dopo l'esperienza con i biancazzauri, il giocatore ancora di proprietà della Roma viene girato in prestito con diritto di riscatto al Sassuolo. In Emilia Romagna trova l'esordio, il primo gol in Serie A e la prima rete in campo internazionale nei play-off di Europa League contro la Stella Rossa. Con i neroverdi esprime al massimo tutte le sue potenzialità totalizzando 110 presenze e 24 gol, infatti nell'estate del 2016 venne riscattato dalla società emiliana.

A conferma delle buone prestazioni svolte con il Sassuolo, nell'estate del 2018 viene acquistato in prestito e poi riscattato nell'anno successivo dall' Inter. L'attaccante italiano, prima con Luciano Spalletti e poi con Antonio Conte, si distingue per costanza nelle prestazioni ma poca freddezza sotto porta, arrivando comunque a collezionare 63 presenze e 6 gol in totale.

Curiosità

Politano torna dalle parti di Trigoria, fatalità quando l'attuale capitano della Roma è proprio Alessandro Florenzi. Lo stesso della stagione 2010-2011, quando con lui a fianco alzò la coppa valevole per la vittoria del Campionato di Primavera

Matteo Politano, oltre ad essere cresciuto nel settore giovanile della Roma, è anche un tifoso romanista come dimostrano alcuni vecchi post pubblicati su Facebook che inneggiano alla Curva Sud e ai colori giallorossi.