La partenza di El Shaarawy in direzione Shangahai Shenhua ha liberato un posto nell'attacco della Roma. Un possibile profilo per sostituire il Faraone è quello di Taison, attaccante brasiliano capitano dello Shakhtar Donetsk, che piace molto a Paulo Fonseca. L'allenatore portoghese ha già allenato l'esterno offensivo classe '88 nella sua avventura in Ucraina e i due potrebbero riunirsi nella Capitale a partire dalla prossima stagione. Con i Minatori, Taison, ha giocato quest'anno 36 partite in totale, segnando 7 gol e fornendo 15 assist che hanno permesso allo Shakhtar di vincere titolo e coppa nazionale.

Taison in Champions League contro la Roma @LaPresse

La scheda di Taison

Nome: Taison Barcellos Freda
Età: 31
Data di nascita: 13/01/1988
Luogo di nascita: Pelotas
Nazionalità: Brasile
Altezza: 1.72 m
Peso: 63 kg
Piede: Destro
Palmarès: 5 Campionati Ucraini, 5 Coppe d'Ucraina, 4 Supercoppe d'Ucraina, 1 Copa Sudamericana, 1 Copa Libertadores
Partite in gare ufficiali 2018-2019: 36 partite totalizzate fra campionato, coppe nazionali, Champions League ed Europa League 
Precedenti squadre: Internacional, Metalist
Presenze in Nazionale: 8 presenze in Nazionale maggiore

Descrizione tattica

Taison è un attaccante molto agile e veloce e la sua dinamicità è uno dei suoi punti forti. L'ottimo dribbling e il controllo di palla, tipico degli esterni offensivi brasiliani, lo rendono una vera e propria spina nel fianco di difensori avversari che riesce a saltare con facilità il più delle volte. 

Visualizza questo post su Instagram

Uma Sequência perigosa na segunda-feira!! Segue o baile!.. T7️⃣ Uma Ótima semana...

Un post condiviso da Taison Barcellos Freda (@taisonfreda7) in data:

La carriera

Taison comincia a giocare a calcio nelle strade di Pelotas. In giovane età viene notato da un osservatore dell'Inter che lo propone per un provino, ma viene scartato. Lui però, non demorde e continua a giocare con il Brasil de Pelotas fino ad attirare le attenzioni dell'Internacional che lo preleva nel 2004. Nel 2007 fa il suo esordio in prima squadra dove gioca in totale 69 partite e segna 19 gol vincendo una Copa Libertadores prima di trasferirsi. Nel 2010 il Metalist lo acquista per 6 milioni. Dopo 57 partite giocate e 13 gol segnati, nel 2013 lo Shakhtar Donetsk decide di pagare la clausola di 15 milioni e strapparlo ai rivali. Con il club nero-arancio gioca in totale 142 partite segnando 25 gol.

Curiosità

Taison deve il suo nome alla passione dei genitori per Mike Tyson, campione di boxe americano che tornerà nella storia del brasiliano. Durante una partita contro la Roma in Champions League, l'attaccante esterno venne alle mani con Diego Perotti che, il giorno dopo la partita, pubblicò sui social una foto del pugile statunitense al tappeto con scritto "90 minuti all'Olimpico sono lunghi…". Un chiaro riferimento al giocatore dello Shakhtar che, in quell'occasione, uscì sconfitto dallo stadio. 

Visualizza questo post su Instagram

90 minuti all' Olímpico sono lunghi..

Un post condiviso da Diego Perotti 8️⃣ (@diegoperotti_10) in data: