Maxime Gonalons, centrocampista francese di proprietà della Roma in prestito quest'anno al Siviglia,ha parlato alla trasmissione "A Balon Parado" della radio ufficiale del club andaluso.

"Mi sento molto bene fisicamente e mentalmente perché ho lavorato tanto in questi sei mesi, così oggi posso giocare e aiutare i miei compagni di squadra a vincere. Fino adesso ho dato solo il 60%-80% di quello che posso dare. Ho bisogno di giocare molto per tornare in piena forma- aggiunge il centrocampista- è vero che potevo venire qui al Siviglia prima, Monchi mi contattò quando giocavo ancora al Lione. Alla fine della stagione è stato tutto difficile con il presidente Jean-Michel Aulas, anche se adesso va tutto meglio. Poi invece, dopo una settimana di trattative, mi sono trasferito nella Roma. Perché ho giocato poco in giallorosso? Sono arrivato in una squadra nuova, in una città nuova e avevo bisogno di tempo per adattarmi"

Il giocatore ha poi sottolineato di stare bene nel Siviglia, raccontando il suo passaggio dalla Roma al club spagnolo: "La Roma aveva acquistato Steven Nzonzi e il club mi aveva detto che non avrei potuto giocare e allora ho accettato di trasferirmi nel Siviglia dove spero di rimanere. A fine stagione parlerò con il club, con Monchi e il mio agente perché voglio restare qui". L'inno del Siviglia? Quando entro in campo mi vengono i brividi. È molto bello".