le trattative

Mercato: oggi è il giorno di Celik, segnali da Douglas Luiz

Roma e Lille all’atto finale per il turco che ha già trovato l’intesa per un contratto quinquennale. Il brasiliano non prolunga il contratto con l’Aston Villa

Zeki Celik con la maglia della Turchia e Douglas Luiz con la maglia dell'Aston Villa (Getty Images)

Zeki Celik con la maglia della Turchia e Douglas Luiz con la maglia dell'Aston Villa (Getty Images)

20 Giugno 2022 - 05:00

Un tranquillo weekend di mercato. Anche se, in periodo di acquisti e cessioni, potenzialmente di tranquillo non c'è mai niente. Saranno, comunque, diversi i prossimi giorni in cui è possibile, anzi probabile, che si materializzi almeno un altro arrivo, così come qualche ulteriore partenza da Trigoria, necessarie, le cessioni, per dare maggiore solidità economica alle operazioni in entrata.
Pinto sta lavorando a trecentossanta gradi, avendo come obiettivo anche quello di poter consegnare a Mourinho nel giorno del raduno (quattro luglio), una Roma non troppo lontana da quella che poi dovrà affrontare la seconda stagione con lo Special One in panchina. Il prossimo obiettivo, per tutto quello che viene fatto filtrare, è il turco Celik del Lille, l'esterno basso destro individuato, scelto e trattato (piaceva anche Dodò dello Shakthar) come il giocatore giusto da affiancare a Karsdorp sulla corsia destra per mettere in piedi una concorrenza che potrà fare soltanto bene alla qualità e alla continuità di rendimento nel ruolo. Sono giorni che Roma e Lille, in costante contatto, stanno cercando di trovare la quadra. Sono ancora divise da una leggera differenza economica, ma tutto fa ritenere che già oggi potrebbero essere trovati i numeri giusti per il brindisi finale. A Trigoria c'è molta fiducia nella felice conclusione della trattativa, forti anche di un accordo quinquennale trovato con il turco sulla base di ingaggio superiore al milione di euro (a crescere) più bonus (si tenga presente che in Francia Celik ha un contratto in scadenza tra dodici mesi per uno stipendio totale di poco superiore al mezzo milione di euro netto).

Questione centrocampista. Che, poi, dando per scontata la partenza di Veretout (lo vogliono sicuramente Marsiglia e Monaco), è la questione principale da risolvere per accontentare i desideri di Mou che ha fatto capire come abbia la necessità di un reparto di centrocampo migliore per poter puntare a fare un nuovo salto in avanti come qualità di gioco e ambizioni. Ieri qualcuno ha di nuovo prospettato la possibilità da parte della Roma di essere interessata al cartellino di Torreira, in uscita di nuovo dall'Arsenal dopo la stagione giocata con la maglia della Fiorentina che, però, alla fine non l'ha riscattato (irritando non poco il giocatore e il suo procuratore). Ci sta che l'entourage dell'uruguaiano faccia sapere di un interessamento della Roma, ma a noi risulta l'esatto contrario. Ovvero che non ci sia nessuna possibilità che Torreira vesta la maglia giallorossa. Del resto, considerando le preferenze di Mourinho, centimetri e chili, quindi fisicità spinta, appare logico che Torreira non sia nella lista delle preferenze stilata dal tecnico portoghese.

Al contrario, invece, del brasiliano Douglas Luiz, cartellino di proprietà dell'Aston Villa (che ha appena preso a parametro zero il francese Kamara), ma contratto in scadenza il trenta giugno del prossimo anno e nessuna voglia, almeno fino a oggi, di dire sì alle offerte di prolungamento presentate dal club inglese. Douglas Luiz, per quello che sappiamo noi, vuole andare via, desidera una squadra ch gli possa garantire anche un palcoscenico europeo, l'idea della Roma non gli dispiace, pur sapendo che prima di fare una scelta definitiva, vuole verificare se per lui c'è spazio in qualche altro club inglese. Cioè una squadra in grado di garantire senza problemi gli oltre trenta milioni di euro che il Villa chiede per il suo cartellino. La Roma per il brasiliano è disposta ad arrivare a ventidue-ventitrè milioni più bonus, a patto ovviamente che questi soldi a Trigoria arrivino dalle cessioni, in particolare da quelle di Veretout e di Kluivert rientrato dal prestito al Nizza (Pinto punta a incassare per i due almeno venticinque milioni).

Sempre riguardo al centrocampista, i prossimi giorni potrebbero essere decisivi per il ritorno di Frattesi che sta facendo di tutto e di più perché il Sassuolo non si irrigidisca sulla richiesta da trenta milioni (meno il trenta per cento che spetta alla Roma) che continua a formulare Carnevali. L'impressione è che in settimana si possa chiudere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA