E stanno tutti ancora lì. Trigoria. Il riferimento, per chi non lo avesse capito, è al gruppo degli indesiderati ai quali, pur contrattualizzati, la Roma ha deciso di dire, rispettando le regole, quella è la porta. E la cosa è decisiva se si vuole parlare di acquisti. Perché Tiago Pinto, da qualche giorno a questa parte, non fa che ripetere che, senza ulteriori cessioni, il mercato della Roma in entrata deve considerarsi chiuso. Chissà cosa ne pensa Mourinho del quale, in questo periodo, apprezziamo parecchio il totale silenzio, roba che non gli capitava da quando strillava in culla.

Noi, sia chiaro, crediamo assolutamente alle parole del generalmanager giallorosso, ma allo stesso tempo non crediamo che, da qui alla fine del mercato, non si concretizzi un quarto acquisto, nello specifico un centrocampista come da richiesta mourinhiana. Del resto fino a qualche giorno fa, stavamo qui a parlare del possibile arrivo di Granit Xhaka (per inciso: non è ancora ufficiale il suo rinnovo contrattuale con l'Arsenal). Allora, in attesa che si concretizzi qualche cessione, non possiamo non registrare le immancabili voci a proposito di centrocampisti richiesti od offerti. Come tutti sapranno, ieri nel pomeriggio la Roma è volata a Siviglia dove stasera affronterà il Betis nella penultima amichevole di questo lungo precampionato. Qualcuno ricorderà sicuramente come, qualche giorno fa, è uscita la notizia (confermata) di un interessamento del Siviglia del señor Monchi per il cartellino di Alessandro Florenzi. Quindi, visto che ci si trova lì, perché non provare a sentire cosa il Siviglia può offrire per il cartellino dell'ex Capitano romanista? Anche se, el señor Monchi, nei giorni scorsi ha fatto sapere che sì, «Alessandro ci interessa», ma che per acquistarlo aveva bisogno, pure lui, prima di vendere. Oppure di provare a mettere in piedi uno scambio più o meno alla pari. In questo senso, ieri dalla Spagna ci hanno detto che un'ipotesi percorribile potrebbe essere il centrocampista (appunto) serbo con passaporto olandese Nemanja Gudelj. Stessa età di Flo, trenta, stessa scadenza del contratto, duemilaventitrè, nazionali entrambi, stesso peso sul bilancio delle due società, in pratica zero, quindi la possibilità di trovare un punto d'incontro che consenta a entrambi i club di confezionare un'importante plusvalenza. E' molto probabile che le due società ne possano discutere già nella giornata di oggi. Del resto, per quel poco che si riesce a sapere da una Roma che più abbottonata non si può, Pinto non fa che smentire altri centrocampisti avvicinati al club giallorosso, da Koopmeiners (tra l'altro sul giocatore ci sta forte l'Atalanta) a Delaney, da Douglas Luiz (costa troppo) a Bakayoko (dovrebbe tornare al Napoli). Non resta, quindi, che aspettare le cessioni.