Incubo per i tifosi europei negli ultimi tre o quattro anni, la Cina farà meno paura a partire dal 2019. Secondo xinhuanet.com, infatti, la federazione cinese ha deciso di istituire un 'salary cap' a partire dalla prossima stagione per porre un freno alle spese "irrazionali" (così sono state definite da fonti federali consultate dall'agenzia di stampa) affrontate nell'ultimo periodo dalle maggiori squadre cinesi. Oltre al tetto agli ingaggi, la cui entità non è stata ancora stabilita con precisione, resterà in vigore anche la cosiddetta "luxury tax" che impone ai club di versare un contributo pari alla spesa effettuata per i calciatori pagati più di 6,5 milioni di dollari.