Apriti cielo. Spinazzola si rompe il tendine d'achille (oggi si opera in Finlandia, auguri) e si scatena il toto esterno sinistro. Ci sta, ci mancherebbe, perché ora tra i regali che Mourinho si aspetta dalla società, c'è anche quello di un titolare sulla corsia mancina. Ma il rischio che in questo toto-esterno si vada oltre la logica, è altissimo. Al punto che ieri è filtrata pure la voce di un interessamento della Roma per Robin Gosens, il formidabile tedesco dell'Atalanta che ha una valutazione di mercato tra i 40 e i 50 milioni. La Roma questi soldi non li ha, riteniamo impossibile l'operazione ma se il club giallorosso volesse smentirci ne saremmo felici visto che Gosens è sicuramente uno dei migliori al mondo. Chi lo è stato, tra i migliori, è sicuramente il brasiliano Marcelo, altro nome filtrato nella giornata di ieri con tanto di telefonata al giocatore di Mourinho visto che il portoghese lo ha avuto alle sue dipendenze al Real. E' un nome che non ha bisogno di presentazioni, ex nazionale brasiliano, trentatrè anni, una qualità nel sinistro certificata da una grande carriera. Può ingolosire il fatto che abbia solo un anno di contratto con il Real e questo potrebbe voler dire un costo di pochi milioni, ma anche per Marcelo, pensando al suo ingaggio, le possibilità di vederlo in giallorosso, ci sembrano pochine.

Meglio, allora, tornare con i piedi per terra e cercare di capire chi, realmente, potrà prendere il posto di Spinazzola. Crediamo di essere vicini alla verità, dicendo che la Roma ha avuto un contatto con il Chelsea. Dove giocano due sinistri che piacciono: l'ex Emerson Palmieri e Marcos Alonso, entrambi dati in uscita. Il brasiliano (scadenza 2022) non avrebbe problemi a tornare, solo che su di lui c'è forte il Napoli al quale sono stati chiesti sedici milioni per accontentare Spalletti che rivorrebbe alle sue dipendenze un giocatore che di fatto ha inventato lui. Più semplice, per quello che ci dicono a Londra, sarebbe prendere Marcos Alonso, anche lui con un'esperienza alle spalle in Italia (tre anni alla Fiorentina). Sempre dall'Inghilterra, c'è da registrare una voce che dice come la Roma avrebbe chiesto in prestito al Manchester City il francese Benjamin Mendy, ventisette anni, contratto in scadenza nel 2023, voglia di andare via visto che Guardiola lo fa giocare pochino. L'operazione è immaginabile solo in prestito perché il giocatore è valutato oltre venti milioni. Da tenere sempre in piedi anche le ipotesi Dimarco (l'Inter vuole 10 milioni) e Cristiano Biraghi. Per chiudere, da ieri è ufficiale l'addio di Ünder che è andato al Marsiglia in prestito (mezzo milione) con un finto diritto di riscatto a 8,4 milioni che diventa obbligo al primo punto conquistato in campionato dal club francese. In più c'è anche un venti per cento garantito in caso di futura rivendita. Ciao Cengiz.