In occasione della Festa della Musica, ieri sera Abel Balbo è stato protagonista della serata organizzata da Mamma Roma per celebrare il ventennale dello Scudetto del 2001. L'ex attaccante giallorosso si è esibito in concerto con il suo gruppo "Abel & Friends" a bordo della Livia Drusilla durante la navigazione sul Tevere. Presente anche l'ex presidente della Roma Rosella Sensi, che ha introdotto l'evento: "Siamo in un contesto suggestivo per celebrare lo Scudetto e il ricordo ovviamente va a papà che ci ha permesso di vivere questo sogno. Siamo qui a ricordarlo con Abel, un 'suo caro ragazzo' a cui voleva molto bene, e per me è un momento molto emozionante".

"Sono molto felice di partecipare a questa serata e omaggiare lo Scudetto vinto - ha detto Balbo - ma anche il nostro grande presidente Franco Sensi che per molti di noi è stato come un padre. Non ci saranno più nel calcio personaggi del genere, ricordiamo con affetto chi ha dato tutto per questa città e questa squadra".

Un ricordo sul 17 giugno 2001
"Un grande ricordo, bellissimo. Per tutta la famiglia giallorossa diventerà indimenticabile e questa sera celebriamo con un po' di musica qualcosa di difficile come vincere uno Scudetto qui a Roma".

Su Mourinho
"Un grandissimo allenatore, un vincente con una grande personalità. È uno giusto per una piazza come Roma che non è facile. Sono molto contento del suo arrivo".

Su Dzeko
"L'unico dubbio può essere sul suo stato fisico, perché il campione è campione, non si dimentica come si gioca. Lui è un grande campione, farà tantissimi gol. Se sta bene è il titolare indiscutibile, è quello che trascinerà la squadra e finalizzerà il gioco. Se giocherà con qualcuno accanto dipende dal modulo di gioco e da quello che vorrà l'allenatore per la squadra".

Sul suo futuro
"Tutto dipende. Ci sono le elezioni al Newell's Old Boys e uno dei gruppi che ha grandi possibilità di vincere mi ha contattato per farmi occupare di tutto il calcio del club, dalla prima squadra fino al settore giovanile. Purtroppo ad aprile le elezioni non si sono potute tenere per il Covid, si faranno a settembre-ottobre e se vinciamo andrò a lavorare lì".