Se c'è un reparto che fa dormire sereno Paulo Fonseca è il centrocampo. Il rientro dosato (graduale in campionato e full-time in Europa League nel doppio confronto con l'Ajax) di Veretout ha ricomposto i pezzi dello scacchiere del tecnico portoghese in mediana. L'uomo ovunque della Roma si è messo anche a fare il terzino con l'Ajax dopo l'uscita di Calafiori (stavolta a sinistra, mentre a Braga in emergenza e poi al ritorno per scelta ha tappato il buco a destra basso) tornando a rappresentare la solita garanzia che ne ha fatto un punto di riferimento per la squadra. La fiducia conferita poi ad Amadou Diawara nelle ultime partite ha restituito all'allenatore uno dei giocatori che maggiormente, infortuni a parte, si era evoluto nella passata stagione. Il guineano con la sua sostanza e la sua corsa è risultato molto utile nella strategia anti-Ajax giovedì scorso ed è stato preferito a Gonzalo Villar, un altro che di spazio quest'anno se n'è ritagliato parecchio, come aveva preannunciato lo stesso Fonseca in una delle prime conferenze di stagione. Lo spagnoletto in questa stagione ha fatto più di un passo in avanti tanto da trovare quasi sempre nelle intenzioni dell'allenatore una maglia da titolare e da esser mandato in campo nelle partite che contano.

Villar, reduce dal botta e risposta sui social con Lorenzo Pellegrini, volto a "chiarire" con ironia lo scontro di campo in cui il capitano lo rimproverava perché nel finale della gara col Bologna si era lasciato andare a un dribbling di troppo dimenticandosi di badare al sodo, è il maggiore indiziato a scendere in campo dal 1' allo Stadio Olimpico Grande Torino dopo la panchina (9' in campo e contro gli olandesi al sodo eccome se ci ha badato) di Europa League. Tornerà a far coppia con Jordan Veretout, con il quale in stagione Fonseca l'ha schierato 24 volte: si occuperà di partire dal basso e impreziosire la costruzione del gioco dirigendo i compagni mentre gli correrà attorno la scheggia del francese. Con Cristante - che pure avrebbe bisogno di rifiatare - ancora in prestito al reparto arretrato per le assenze di Smalling e Kumbulla e Lorenzo Pellegrini - che è ormai tornato più trequartista ma all'occorrenza arretra nel pacchetto di centrocampo - squalificato, le opzioni nel reparto dove tutti stanno bene non saranno moltissime contro il Toro. Motivo per il quale, guardando ai minutaggi, se Fonseca risparmierà un po' Diawara dopo l'impegno di coppa, l'orientamento sarà ancora una volta quello di gestire le forze dei tre uomini di centrocampo (Veretout è anche in diffida), in funzione della gara di giovedì all'Olimpico contro l'Atalanta.