Paulo Fonseca, allenatore della Roma, ha parlato dopo la vittoria sull'Ajax nei quarti di finale di Europa League:

Fonseca a Sky Sport

Questa partita è stata quasi perfetta.
"Abbiamo fatto una buona partita difensivamente. Penso che abbiamo avuto più problemi ad Amsterdam, abbiamo sempre controllato bene i loro attacchi. Sono fortissimi e con grande qualità".

Una grandissima soddisfazione.
"Sì, è un motivo di soddisfazione e di orgoglio. Stiamo rappresentando l'Italia in questo momento e siamo soddisfatti".

Soddisfatto di saper giocare proponendo e soffrendo?
"Sono soddisfatto, ma come ho detto loro sono una grande squadra, abbiamo sofferto più all'andata che oggi. Devo dire che hanno molta qualità offensiva, è difficile affrontarli. Abbiamo fatto una partita realista, sapendo che eravamo in vantaggio. Abbiamo gestito bene la gara".

Cosa cambia questa semifinale nel rapporto con la Roma? La prossima stagione sarà ancora lì?
"Nulla. Non lo so, so solo che la prossima partita sarà l'allenatore della Roma. Ora è importante il presente".

Il suo rapporto con i Friedkin?
"Il presidente è sempre vicino alla squadra, come dai primi giorni che sono arrivati qui".

Il gol dimostra che la Roma è cresciuta tanto in personalità in Europa League.
"Sì, il gol è arrivato da dietro. Cristante ha molta qualità con la palla. Ha deciso bene. Siamo usciti bene e poi Calafiori ha fatto bene e siamo stati felici di fare gol. Questa qualità di Bryan di uscire dalla pressione è difficile averla in un puro difensore centrale".

Ci ha restituito un Dzeko più motivato di prima.
"Sì, è motivato, sta giocando bene e sta lavorando per la squadra. Sta tutto bene in questo momento".