L'infortunio di Marco Verratti, già rientrato a Parigi, ha solamente accelerato quello che era già deciso: Lorenzo Pellegrini sarà titolare questa sera a Vilnius, in Lituania-Italia, per la seconda volta nelle prime 3 gare di qualificazione a Qatar 2022. A 24 anni il centrocampista della Roma giocherà la 17esima partita in maglia azzurra, raggiungendo miti di tempi andati come i due Giovanni del calcio milanese, Trapattoni e Lodetti, o l'ex romanista Pietro Serantoni, Campione del Mondo nel 1938. A 18 presenze ci sono Amedeo Carboni, unico romanista nel giro ai tempi della gestione Sacchi, e un mito come Francesco Rocca. Giocherà mezzala destra, il romanista, al centro ci sarà Locatelli, che ritroverà da avversario domenica sul campo del Sassuolo, al Mapei Stadium, lo stadio dove è diventato calciatore, dopo l'esordio in serie A, sempre sulla Via Emilia, a Cesena: De Rossi aveva firmato il gol-partita in chiusura di primo tempo, al 21' della ripresa (quindi a risultato ancora aperto) Rudi Garcia si convinse che il turco Salih Uçan non aveva più nulla da offrire alla causa e fece entrare l'allora centrocampista della Primavera. Che pochi mesi dopo Sabatini cedette per 1,25 milioni di euro al club neroverde, che accettò di firmare una scrittura privata per la recompra, dalla validità tutta da dimostrare: la Roma formalmente dovette investire 10 milioni per riportarlo a casa, ma in realtà costò ben di più, visto che, per convincere il Sassuolo a liberare lui e Di Francesco, a Trigoria dovettero acquistare anche a caro prezzo anche Defrel (un solo campionato in giallorosso, un solo gol). Ma la Roma quei soldi non li ha mai rimpianti, come quelli spesi per Gianluca Mancini: pure lui dovrebbe essere titolare stasera (20.45, diretta Rai1), mentre Chiesa sembra in vantaggio su El Shaarawy. Spinazzola dovrebbe riposare.