Di seguito un focus con tutti i giocatori che verosimilmente comporranno il pacchetto dei difendenti nelle prossime sfide con la Roma ai quarti di Europa League. Non è stato considerato il difensore marocchino Noussari Mazraoui, al momento in infermeria per infortunio.

Maarten Stekelenburg
Dopo la squalifica di Onana per doping, il 38enne Stekelenburg è diventato il portiere titolare dei Lanceri. L'olandese, 197 cm, ha iniziato la sua carriera da professionista nel 2001 proprio nell''Ajax, dove è rimasto per 10 anni, prima di trasferirsi alla Roma nel 2011, dove ha giocato 2 stagioni prima di trasferirsi in Premier League. È tornato all'Ajax all'inizio di questa stagione. In 6 partite di Eredivisie in questa stagione ha mantenuto la porta inviolata 3 volte, con una percentuale di parate del 75%: 70% per i tiri da dentro l'area di rigore e 83% per i tiri da fuori area. I portieri in media registrano una percentuale di parate del 68%, di cui il 57% per i tiri da dentro l'area e l'83% da fuori area.

Devyne Rensch
In seguito agli infortuni occorsi al titolare Mazraoui, il difensore classe 2003 ha avuto le sue prime chance di brillare con l'Ajax. Rensch ha iniziato tutte e quattro le partite che l'Ajax ha giocato finora in Europa League. Nell'ultima partita di Eredivisie ha impressionato, contribuendo direttamente a 3 gol dell'Ajax (1 gol e 2 assist). In quella partita ha creato 3 occasioni da gol per i compagni, tentato 4 dribbling e completandone 3. Nel complesso, fino ad ora è stato coinvolto direttamente in un gol ogni 111 minuti in Eredivisie. È un difensore avvezzo ai tackle (4,3 ogni novanta minuti) e attento ad intercettare i palloni avversari (2,4 ogni 90 min). È anche il terzo giocatore dell'Ajax per quanto riguarda i recuperi palla (8,4 P90) e il 4° per occasioni create (1,9 P90).

Perr Schuurs
Il difensore centrale olandese si è unito all'Ajax nel 2018 dal Fortuna Sittard, club che lo ha lanciato nel calcio professionistico. Finora in stagione, ha disputato 35 partite in tutte le competizioni, 27 delle quali da titolare. Nelle sue 23 partite di Eredivisie nel 2020/21 ha contribuito a mantenere la porta inviolata quasi una volta ogni 2 partite, concedendo una media di 0,71 gol a partita. Nonostante sia alto ben 191 cm, la sua percentuale di duelli aerei vinti è solo del 43,6%. La sua precisione nei passaggi (91,9%) è sorprendente, al punto da essere la migliore della squadra. Va però sottolineato che circa il 60% dei passaggi che effettua siano laterali. Oltre alla precisione, Schuurs effettua anche un alto volume di passaggi, considerando che ne completa 73 a partita, un risultato che non dovrebbe sorprendere, alla luce della predisposizione dei Lancieri a iniziare la manovra dal basso.

Daley Blind
L'esperto calciatore olandese, che ha iniziato la sua carriera nell'accademia dell'Ajax fino ad esordire in prima squadra, ha completato il suo ritorno ai Lancieri nel 2018, dopo 4 stagioni trascorse al Manchester United. Con il Man Utd ha vinto l'Europa League nella stagione 2016/17, battendo in finale proprio l'Ajax. Come già dimostrato precedentemente in carriera, Blind sta mostrando una grande versatilità, cambiando spesso ruolo, sia in difesa che a centrocampo. Quest'anno ha giocato principalmente come difensore centrale ma ha spesso giocato anche come mediano e come terzino sinistro. È il giocatore della squadra che effettua più passaggi: 86,8 ogni 90 minuti, con una precisione dell'86,2%. Completa oltre 8 recuperi palla ogni 90 minuti, a testimonianza delle sue ottime letture e capacità difensive.

Edson Álvarez
Il mediano messicano ventitreenne, che può giocare anche da difensore centrale (ruolo ricoperto con maggiore frequenza in Messico), è arrivato nel 2019 dal CF Ámerica per €15m. Delle 30 partite disputate in tutte le competizioni in questa stagione, ne ha giocate 21 da titolare. Oltre a dare un'importante mano in difesa (7,25 recuperi palla P90), attraverso tanta corsa ed aggressività, Álvarez partecipa anche in fase di impostazione con una media di 55 passaggi riusciti a partita (la sua precisione nei passaggi è dell'84,8%). Con lui in campo, l'Ajax ha preso in media solo 0,51 gol a partita. È alto 187 cm, e quest'anno ha vinto 3,84 duelli aerei dei 5,29 provati (72,6% vinti). Vanta 34 presenze con la maglia della nazionale messicana.

Lisandro Martínez
Il difensore centrale argentino ventitreenne è arrivato nel 2019 dal Defensa y Justicia per €7m. In campionato è apparso 18 volte, la metà delle quali da titolare. Mentre nelle 10 partite giocate dall'Ajax in Europa ha giocato 7 volte da titolare e 2 da subentrato. Ha giocato anche 7 partite come terzino sinistro quest'anno rivelandosi come un giocatore duttile siccome può anche giocare davanti alla difesa. È il secondo giocatore di movimento in squadra per palloni recuperati per 90 minuti (8,57). Partecipa in fase di impostazione con 82,3 passaggi tentati P90 (2° in squadra) ed una precisione dell'88% (4° in squadra). Alto 178 cm, vince il 53,8% dei suoi duelli aerei. Ha esordito con la nazionale argentina a Marzo del 2019.

Nicolas Tagliafico
Tagliafico è il terzino sinistro titolare dell'Ajax sin dal suo arrivo dall'Independiente, nel gennaio 2018. Le sue prestazioni con l'Ajax gli sono valse anche un posto da titolare della nazionale argentina. È un terzino sinistro con ottima dinamicità, che sfrutta appieno contribuendo in entrambe le fasi di gioco. Nella fase offensiva, anche grazie allo stile di gioco adottato dall'Ajax, arriva a fare 4 tocchi a partita nell'area avversaria, numeri molto elevati per un terzino (la media è di poco più di 1 tocco in area a partita). Tagliafico è molto utile nella fase di costruzione ed è anche un ottimo crossatore, come suggerisce la statistica relativa alla precisione dei cross: il 27% dei suoi cross raggiungono un suo compagno di squadra, mentre in media i terzini mostrano una accuratezza del 21%.

Ryan Gravenberch
Tecnicamente dotato e forte fisicamente, Ryan Gravenberch sta crescendo in un ambiente per lui perfetto come l'Ajax ed è il cliente di uno dei procuratori più importanti al mondo, Mino Raiola. A Soccerment crediamo che il 18enne centrocampista olandese possa raggiungere lo status di giocatore d'elite prima del suo 23esimo compleanno, come abbiamo scritto nel nostro "Wonderkids: 2021 Outlook", dove classifichiamo Gravenberch al terzo posto assoluto nel nostro elenco dei 50 migliori wonderkids in Europa. La maggior parte delle statistiche chiave di Gravenberch sono superiori alla media per i centrocampisti centrali nel nostro database: mostra una migliore precisione dei passaggi sia nella propria metà campo che in quella avversaria: 92% vs. 89% nella sua metà campo e 83% vs. 73% in quella avversaria; crea inoltra più occasioni da gol della media (1,5 per 90 minuti contro la media di 1,0); arriva al tiro più frequentemente della media (1,6 per 90 minuti contro la media di 1,1), tra l'altro con una maggiore accuratezza maggiore rispetto ai suoi colleghi (il 36% dei suoi tiri sono nello specchio contro una media del 29%). Tuttavia, l'abilità in cui Gravenberch eccelle davvero rispetto ai centrocampisti centrali in Europa è il dribbling: tenta più di 3 dribbling ogni 90 minuti e ne completacon successo il 67% (1,4 tentativi e una percentuale di successo del 65% sono statistiche medie dei centrocampisti). Un aspetto del gioco in cui potrebbe sicuramente migliorare, però, è la fase difensiva: recupera solo 5 palloni ogni 90 minuti (contro la media di 6) e anche la sua abilità nei contrasti è inferiore alla media (54% di percentuale di successo nei contrasti contro il media del 63%).