Una notizia che ha fatto il giro del mondo. E non poteva essere altrimenti. L'inibizione comminata dal Tribunale della FIGC al presidente della Lazio Lotito e ai due medici sociali Pulcini e Rodia per il caso tamponi, con conseguente ammenda per il club punito a titolo di responsabilità oggettiva, è finito sui giornali e sulle home page dei siti di tutto il mondo. «La Lazio deve pagare una multa di 150mila euro per violazione delle norme sanitarie vigenti. Il presidente Lotito sospeso per 7 mesi» scrive la rivista tedesca kicker , mentre la sezione Sport della BBC titola: «Serie A, la Lazio multata per aver infranto i protocolli Covid-19 ma farà appello». Anche Le Figaro in Francia si interessa alla vicenda: «Covid-19: Lazio (pesantemente) sanzionata, Lotito squalificato per 7 mesi. Il club di Roma punito per le violazioni degli standard sanitari nella lotta al coronavirus». In Portogallo Record scrive: «Il presidente della Lazio sospeso sette mesi per violazione delle norme sanitarie. Oltre a Lotito, sono stati sospesi anche i due medici della squadra, Ivo Pulcini e Fabio Rodia», mentre A Bola calca sull'intenzione del club di fare appello: «La Lazio ricorre contro la pesante punizione». La notizia è arrivata anche in Sudamerica. L'argentino Clarìn: «Lazio sanzionata per la violazione delle norme contro il Covid», mentre dal Brasile Globoesportetitola: «Il presidente della Lazio sospeso per sette mesi, il club multato per aver violato il protocollo anti-Covid».

Ma a far notizia non è solo la condanna della Lazio. Quello che fa scalpore tra alcuni media esteri (più che tra quelli italiani) è l'entità della pena, in certi casi ritenuta lieve al punto da poter essere accolta dai biancocelesti come «una buona notizia». In Spagna AS va dritta al punto: «La Lazio evita di perdere punti a causa del caos tamponi». Dopo aver ricordato i capi d'imputazione, in chiusura l'autore commenta: «La sentenza, in ogni caso, è quasi una buona notizia per la squadra biancoceleste, visto che nei giorni scorsi si è parlato di una penalizzazione in classifica fino a 6 o 12 punti. Tuttavia, l'assenza di precedenti e le lacune normative nel protocollo hanno evitato mali maggiori per i romani, che presenteranno ricorso». Sulla stessa lunghezza d'onda viaggia L'Equipe: «La Lazio è stata multata per aver violato le norme anti-Covid-19, ma nessun punto di penalizzazione in classifica». Durissimo il media argentino @VarskySports: «Scandalo in Serie A. Il Tribunale Federale ha stabilito che la Lazio violò le norme anti-Covid e presentò prove false: 150 mila euro di multa al club, 7 mesi di sospensione al presidente e un anno ai medici».