"Il calciatore con cui ho avuto più feeling? Totti, tutta la vita". Parola di Antonio Cassano che oggi ha rilasciato un'intervista ai microfoni dell'emittente Radio Deejay: "C'era anche grande amicizia fuori dal campo - ha continuato il talento barese che poi ha commentato la scelta di Totti legarsi per sempre alla Roma -. Ha disputato una carriera al 60-70%, nel senso che ha deciso di restare alla Roma ed è una scelta di vita da rispettare. In pochi l'hanno fatto, come Maldini ad esempio. Se Francesco fosse andato al Real Madrid, quando l'hanno chiesto, avrebbe vinto tanto e almeno un paio di Palloni d'oro".

Cassano non ha ancora sciolto le riserve sul suo futuro ma spera ancora di poter tornare a giocare in Serie A: "Bologna? Mi piacerebbe tanto, è una piazza importante. Ha rivitalizzato Baggio, Signori, Di Vaio. Mi piacerebbe giocare a Bologna, sono convinto che possa essere la piazza ideale per giocare e per puntare a qualcosa in più della salvezza. A Bologna non piace l'ordinarietà, io non gioco per soldi. Ora gioco per passione, ho guadagnato quello che dovevo. Se avessi giocato per soldi, avrei accettato la Cina".