La rincorsa interrotta, l'urlo di dolore e la fatica nell'abbandonare il terreno del Franchi avevano lasciato presagire un problema serio. Un'ipotesi che si è trasformata in triste realtà: lesione al flessore della coscia destra per Jordan Veretout. Questo l'esito degli esami strumentali effettuati dal francese ieri a Villa Stuart. Nella clinica, in mattinata, controlli di routine anche per Leonardo Spinazzola. Tornando al numero 17, il grado della lesione non è ancora chiaro – tra il primo e secondo – ma una cosa è certa: sarà indisponibile almeno per un mese. Le sue condizioni verranno monitorate giorno per giorno, intanto già da giovedì a Trigoria sono partite per lui le terapie, proseguite anche nella tarda mattinata di ieri. Ora la palla passa a Paulo Fonseca. Il tecnico dovrà riuscire a trovare la giusta formula per far pesare il meno possibile l'assenza di Veretout in campo. Un'impresa non semplice, dato che nella rosa a disposizione del portoghese non ci sono centrocampisti con le caratteristiche dell'ex viola. Ovviamente la Roma può giocare e far bene anche senza il classe '93, ma le idee tattiche, non l'identità come piace giustamente sottolineare a Fonseca, dovranno modellarsi in base ai centrocampisti centrali a disposizione. Al momento l'allenatore può contare su Villar e un ritrovato Diawara, a cui aggiungere Pellegrini e Cristante, entrambi da tempo utilizzati in altri ruoli. Ci sarà bisogno di ognuno di loro, perché nelle prossime settimane la Roma scenderà in campo ogni tre giorni. Dalla sfida casalinga al Genoa domani alle ore 12:30, al big match contro il Napoli, sempre all'Olimpico, il 21 marzo. In mezzo la doppia sfida allo Shakhtar e la trasferta a Parma. Una volta superati questi cinque impegni, arriveranno due settimane di sosta per le gare delle nazionali, con il ritorno in campo previsto sabato 3 aprile al Mapei Stadium contro il Sassuolo. Anche se è presto per fare previsioni, la speranza è di riavere Veretout proprio per quella partita.

Contro il Genoa
Entra Smalling, esce Kumbulla. Non termina l'emergenza in difesa. Domani Fonseca ritroverà dal primo minuto l'ex Manchester United, ma perderà l'albanese, squalificato dopo l'ammonizione rimediata da diffidato a Firenze. Insieme a Smalling, davanti a Pau Lopez, ci saranno Mancini e Cristante. A destra ritorno da titolare per Karsdorp, mentre dall'altro lato Bruno Peres potrebbe far rifiatare Spinazzola. In mediana spazio a Diawara e Villar. Sulla trequarti, ad assistere Borja Mayoral, ci dovrebbero essere Pellegrini e Pedro.