Fortemente voluto da Monchi, che aveva intravisto in lui le giuste caratteristiche per affidargli le chiavi del centrocampo del Siviglia nell'estate del 2015, Steven Nzonzi è diventato martedì 14 agosto il dodicesimo acquisto della Roma, praticamente un mese dopo essersi laureato campione del Mondo con la Francia disputando 42 minuti (recupero compreso) di ottimo livello in finale. Le qualità tecniche e tattiche del ventinovenne di Colombes sono riconosciute da (quasi) tutti, ma per approfondire ancora di più la nostra conoscenza sul gigante francese, il Romanista ha interpellato Fran Montes de Oca, giornalista di ABC de Sevilla, che da più di dieci anni segue le vicende della squadra andalusa.

Come giudica l'acquisto di Nzonzi da parte della Roma?
Ha preso un grande giocatore, un centrocampista molto versatile che copre molto campo. Ha un grande tocco di palla e la sua presenza si nota sempre. Qui al Siviglia era un autentico leader in campo. Senza dubbio il miglior giocatore della rosa insieme a Ever Banega. Forse l'unico neo è che ha avuto alcuni problemi con gli allenatori. Anche con Emery all'inizio, ma l'allenatore spagnolo è stato bravo a motivarlo e gestirlo. Quando è motivato è un calciatore di grandissimo livello, un top player. Anche con Berizzo e Montella c'è stato qualche problemino (dettato in quel caso dalle dinamiche del mercato, ndi). 

Alla Roma ritroverà Monchi, cosa ci può dire sul rapporto con Steven?
A Siviglia si è sempre detto che la figura di Monchi era vitale per risolvere gli aspetti di cui vi ho parlato sopra. Ha sempre saputo arrivare molto bene al giocatore e mediare ogni problema affinché fosse sempre tranquillo e felice per offrire il suo miglior rendimento. Questo binomio sarà abbastanza positivo e sono sicuro che il giocatore avrà un grande rendimento.

Pensa che possa adattarsi facilmente al calcio italiano?
Quando Nzonzi sta bene, è un giocatore di primissimo livello e credo che lo sarà certamente per la Roma. Può giocare in qualsiasi squadra. D'altronde è stato nei radar di club di grande calibro. Come il Barcellona, ad esempio, che lo seguiva da tanto tempo. Fisicamente sta molto bene, è veramente un grandissimo acquisto per la squadra giallorossa.