Affermare la propria identità all'interno di una città importante come Roma, con un progetto solido e concreto: era questa la sfida dell'Atlante Eurobasket Roma all'inizio dell'annata sportiva 2020/21, una stagione che si sta rivelando sempre più soddisfacente. Con l'obiettivo iniziale di rafforzare la posizione nella categoria, la squadra del Presidente Armando Buonamici è invece pienamente inserita nella corsa per i playoff, che rappresenterebbero i primi mai conquistati in Serie A2 nella storia della società. Una società che fa dell'appartenenza al territorio e della gioventù dei suoi componenti i propri punti di forza: schiera infatti sei giocatori romani ed è guidata dal coach più giovane del campionato, Damiano Pilot, tutti cresciuti nel proprio settore giovanile. Le stesse peculiarità su cui punta per diventare sempre più importante anche fuori dal campo, come spiega il Responsabile delle Relazioni Esterne societario, Giovanni Bastianelli: "Il gran lavoro dell'intera struttura societaria ha come obiettivo quello di rinsaldare sempre di più il legame fra squadra e Capitale, ponendosi come punto di riferimento per la pallacanestro in una città innamorata della palla a spicchi. Sappiamo che la strada è lunga, in un contesto così eterogeneo come quello di Roma, ma c'è gran determinazione nel voler raggiungere lo scopo. A tal proposito, siamo consapevoli di come non ci sia nulla da lasciare al caso e di come il coinvolgimento di tante forze cittadine sia imprescindibile. Non possiamo quindi non ringraziare gli importanti sponsor di livello nazionale che ci sostengono; inoltre, sappiamo quanto sia decisivo il legame con le istituzioni, a partire da Comune di Roma e Eur S.p.A, per centrare punti fondamentali per la nostra crescita, come la dotazione di un nuovo impianto dedicato alla pallacanestro nel quadrante sud della città".

Gli fa eco il Capitano della squadra Eugenio Fanti, un vero uomo immagine per l'intera società, nella quale ha vissuto tutta la trafila da giovanili a prima squadra, vivendo da protagonista sul campo tutti i campionati vinti nella scalata dalla Serie D alla A2 dal team: "Nella città di Roma sono nato e cresciuto; vivo quotidianamente la realtà cittadina e so quanto essa sia appassionata alla pallacanestro. Poter giocare nella squadra e nella città dove sono diventato un uomo è un immenso onore, realizzando i sogni che avevo da bambino. In attesa di poter riabbracciare i nostri sostenitori quando arriveranno tempi migliori, è nei confronti dei giovani che sento ancora di più la mia responsabilità da Capitano, dovendo fungere da esempio per coloro che desiderano, così come facevo io, di diventare giocatori professionisti e difendere i colori della nostra squadra sui campi di pallacanestro della Capitale".