Non solo Roma e Copenhagen, anche il piccolo club Bunkeflo FF di Malmo ha potuto guadagnare dall'affare Olsen. Il nuovo portiere dei giallorossi ha permesso alla piccola squadra della cittadina svedese, che milita nell'ottava serie, di guadagnare un imprevisto bonus economico. In realtà non è una novità, perché secondo le regole della FIFA, in occasione di trasferimenti internazionali, viene sempre decurtato il 5% per finanziare equamente tutte le squadre in cui un giocatore ha militato tra i 12 e i 23 anni

Come riporta Reuters, il presidente del club Calle Wadenhammar ha detto: "Una somma così grande (60.000 euro circa, ndr) è ovviamente un contributo in termini di sicurezza e flessibilità. Mi piacerebbe vederla utilizzata per creare benefici a tutta l'area, per iniziative per i ragazzi che sono qui". 

Olsen si era trasferito al Bunkeflo per ritrovare la felicità, come aveva ammesso a Reuters, poiché tutti i suoi amici giocavano in quella società. Nell'agosto 2018, otto stagioni dopo aver vestito la maglia della piccola squadra di Malmo, Olsen è diventato il portiere della Roma, conquistando la fiducia di Monchi attraverso le ottime prestazioni offerte con la maglia della sua nazionale. "So quanto contino per loro questi soldi" - ha detto il 28enne al giornale Aftonbladet - "Mi rende felice".