Sono le ore di Malcom. Il brasiliano del Bordeaux è l'obiettivo principale di Monchi per "sostituire" Alisson. Perché se per la porta è caldo il nome di Olsen, per il quale si continua a trattare, è ormai chiaro che buona parte degli introiti dovuti alla cessione del goleiro brasiliano verrà reinvestita su un esterno d'attacco. Ieri il direttore sportivo giallorosso ha incontrato gli agenti del giocatore ed è andata bene: è Roma la destinazione scelta per un altro passo avanti nella carriera del ventunenne cresciuto nel Corinthians e arrivato a Bordeaux nel 2016, dove in 84 partite di Ligue 1 ha collezionato 20 gol e 13 assist. E proprio all'indomani della conferenza in cui Monchi ha spiegato che «quando il giocatore è convinto di venire tutto diventa più facile», arriva la dimostrazione di questa massima da manuale del calciomercato: sono infatti i procuratori del brasiliano che adesso stanno parlando con il Bordeaux per far sì che ignori l'offerta dell'Everton per accettare quella della Roma, superiore ai 35 milioni bonus inclusi. La trattativa non può certo dirsi chiusa, ma sicuramente è in una fase avanzata (tanto che Malcom non è stato convocato per l'amichevole di oggi contro l'Union a Berlino) e Monchi può avere buone ragioni per credere che prenderà un aereo per Roma nelle prossime quarantotto ore. Ovvero non appena le (piccole) differenze tra Roma e Bordeaux saranno limate. Quel che è certo è che, ad oggi, sia l'Inter sia i club inglesi che se lo sono conteso in passato (Arsenal e Tottenham) non rappresentano delle alternative che possano spaventare il ds romanista, forte soprattutto della volontà del giocatore di indossare la maglia giallorossa e non quella blu dell'Everton.

Occhiolini sui social

Il calciomercato non si fa su Instagram. Probabile. Ma mai come questa estate il social network preferito dei giocatori, se scandagliato a dovere, è stato in grado di fornire spunti interessanti. È già avvenuto con Kluivert, che nel periodo in cui la Roma trattava con l'Ajax ha tempestato di "like" le foto dei nuovi arrivati a Trigoria. E non risulta che iprima del ritiro di Trigoria fosse mai stato amico di Coric e Cristante. È accaduto di nuovo ieri con Malcom: i più attenti hanno notato il suo "mi piace" alla foto del terzo portiere Daniel Fuzato, brasiliano come lui. E come se non bastasse, il procuratore Menezes Garcia della Elenko Sports ha pubblicato nella tarda serata di ieri una foto in cui appare felice e sorridente a cena fuori con Malcom. Piccoli segnali, non fondamentali, ma nemmeno casuali.

Olsen ancora nel mirino

Nessuna frenata per Olsen, ma un leggero rallentamento sì. La situazione della trattativa per il portiere della nazionale svedese è simile a quella di Malcom: il giocatore è totalmente convinto di un suo futuro in giallorosso, la sua squadra di appartenenza - il Copenhagen - pure, ma vorrebbe monetizzare un po' di più di quanto la Roma pensa di spendere. E anche se Monchi ha detto che «non è l'unico», è di certo il primo dei nomi sulla sua lista. Anche in questo caso, dunque, per vedere il giocatore a Roma bisognerà aspettare che le posizioni non lontane dei due club si avvicinino gradualmente fino all'accordo finale.

Gerson in prestito a Firenze

Alla notizia, Juan Jesus si è proclamato vincitore «dell'edizione dell'Isola dei Famosi Edizione Favela», pubblicando una foto con Peres, Alisson, Castan, Palmieri e Gerson. Ne è rimasto solo uno: lui. Perché dopo l'ufficialità di Capradossi in prestito allo Spezia, anche Gerson è stato ufficializzato. Andrà alla Fiorentina in prestito secco e nella serata di ieri ha già raggiunto il ritiro di Moena. Ma Jesus, oltre ad avvalersi della compagnia del giovane Fuzato, può già sperare nell'arrivo di Malcom.