Alisson è a Liverpool e alla Roma andranno 75 milioni di euro bonus inclusi, ma Monchi è già all'opera per rimpiazzarlo in porta e per investire i ricavi dovuti alla cessione del brasiliano in un giocatore di movimento. I nomi sono due: Robin OlsenMalcom Filipe Silva de Oliveira. La Roma sta lavorando per portarli entrambi in giallorosso.

Il primo è il portiere della nazionale svedese, 28enne alto 1,98 metri, cresciuto nel Malmo e attuale portiere del Copenhagen: le sue parate ai Mondiali hanno tenuto in vita la Svezia. Il suo agente è a Roma e la trattativa è a un passo dalla chiusura. 

Il secondo è Malcom: è lui l'obiettivo della Roma per l'attacco. Per l'esterno brasiliano inseguito da tempo dall'Inter si è registrata oggi una forte accelerata, dopo che sembrava in procinto di andare in Premier. La trattativa non è avanzata come quella per Olsen ma il 21enne brasiliano del Bordeaux potrebbe presto accasarsi a Roma, con Monchi in pole position rispetto ai colleghi inglesi e ad Ausilio. Mancino rapido e tecnico, ha buone abilità anche col piede destro e fa del dribbling una delle sue armi più letali. Nato a San Paolo e cresciuto nel Corinthians, nel quale ha debuttato a soli 17 anni il 27 aprile del 2014 grazie all'intuizione di Mano Menezes, con Tite diventa titolare l'anno successivo nel quale gioca 31 partite segnando 5 gol in campionato, con tanto di esordio in Libertadores. Dal 2016 ha giocato in Francia col Bordeaux per il quale ha segnato 20 gol.