Strano posto i social network. Dove una battuta di un'attrice americana fa 10mila retweet e 23mila "like" tra utenti divertiti e creduloni che non fanno caso al fatto che, nonostante l'account sia verificato, a twittare non è il portiere della Roma. Ma andiamo per gradi. Alle 19.14 di oggi Alison Becker scrive su Twitter: "Sono felice di annunciare che andrò al Liverpool come portiere". Tutto vero e niente errori ortografici, niente a che vedere neanche con la storpiatura romana di "Alisson" in "Allison". Si tratta infatti dell'attrice americana Alison Becker, praticamente omonima del portiere romanista, che si è divertita a prendere in giro gli appassionati di calcio di tutto il mondo, in particolare quelli del Liverpool (probabilmente perché cercando il proprio nome su Google si è vista scavalcata dalle news sul brasiliano...).

Ma va detto che ogni utente esperto di social network, dopo aver notato la spunta azzurra di "utente verificato" (cioè i profili di persone famose di cui Twitter garantisce l'autenticità), ci ha creduto per almeno un secondo. Salvo poi cliccare sul profilo dell'attrice e scoprire che il portiere brasiliano ha una quasi omonima negli Stati Uniti. Un piccolo episodio che ovviamente non inficia la trattativa che potrebbe portare Alisson a Liverpool per una cifra da record mondiale, ma che caratterizza sempre più quella del numero 1 giallorosso come una vera social-story: stamattina era stato un "like" su Instagram del suo procuratore Ze Maria a scatenare un putiferio.