Come se non bastasse la batosta rimediata dall'Atalanta nell'ultimo terzo di gara, la Roma torna a casa con un altro grattacapo non da poco. Leonardo Spinazzola, uno dei migliori calciatori di stagione, ha chiesto il cambio poco prima che l'esito della sfida fosse completamente ribaltato (il punteggio era ancora sull'1-1). Problema al flessore sinistro, la prima diagnosi a caldo. Ma le condizioni dell'esterno sinistro andranno valutate con maggiore attenzione nelle prossime ore.

Di sicuro le sue presenze ufficiali nel 2020 si sono chiuse a Bergamo, senza alcuna possibilità di un'appendice nella sfida contro il Cagliari, in programma già dopodomani al culmine del tour de force dicembrino. E nonostante qualche assenza di troppo in passato dovuta a ripetute noie muscolari, nella stagione in corso Spinazzola è stato finora presente in tutti i match disputati in campionato e in cinque dei sei giocati in Europa League. Risparmiato come molti degli altri big soltanto in occasione dell'ultimo turno a Sofia, a primo posto del girone già acquisito, l'esterno ha per il resto confermato il suo ruolo d'insostituibile.

E proprio ora che Fonseca aveva ritrovato tutti gli effettivi (eccetto i due lungodegenti Zaniolo e Pastore), è costretto a fermarsi, dando al tecnico qualche preoccupazione per la prossima. Anche ieri l'ingresso di Peres si è rivelato deludente e nel match coi sardi può toccare a Calafiori. Così come è probabile che torni titolare Villar e che comunque ci sia qualche cambio in più rispetto alle ultime partite. Le prime risposte sulla prossima formazione arriveranno dalla seduta di oggi. La squadra riprenderà ad allenarsi alle 11, col solito schema di divisione in due gruppi: lavoro di scarico per chi è stato in campo con l'Atalanta per almeno un tempo, regolare per gli altri.