Se De Zerbi sarà costretto a fare a meno di tre titolari come Consigli, Chiriches e Caputo per la sfida di domani contro la Roma, chi è sicuro di una maglia da titolare all'Olimpico è una delle colonne portanti del Sassuolo, Domenico Berardi.

Con 4 gol e 3 assist in 8 presenze in campionato, Berardi ha iniziato la stagione con il piede sull'acceleratore, come spesso gli è capitato in carriera. Domani all'Olimpico si ritroverà contro la Roma, squadra che conosce bene e contro la quale ha lasciato per tre volte la propria firma sul tabellino: le ultime due tutto sommato innocue (la doppietta nel 4-2 della gara d'andata della scorsa stagione, siglata a risultato già acquisito dagli uomini di Fonseca); la prima invece piuttosto dolorosa per tutti i tifosi giallorossi, considerando che parliamo del gol dell'1-1 siglato al 90' nel novembre 2013 che determinò il secondo dei quattro pareggi consecutivi che la Roma di Garcia ottenne dopo aver vinto le prime dieci partite del campionato 2013-2014.

Nonostante quel "torto" però, la Roma non ha mai nascosto di apprezzare il giocatore, e per anni la società giallorossa e Berardi sono stati promessi sposi. Le prime voci di un interesse della Roma per l'attaccante italiano risalgono all'estate del 2016, ma è l'anno successivo che inizia il vero e proprio tormentone. Nell'estate del 2017, l'arrivo sulla panchina della Roma di Eusebio Di Francesco, tecnico che lanciò l'attaccante in Serie A durante l'esperienza al Sassuolo, fa partire il TotoBerardi: quell'anno è proprio Mimmo uno dei principali indiziati a sostituire Salah nel ruolo di ala destra titolare, ma la trattativa non decolla e a fine mercato a Trigoria arriva Schick.

Nella stagione successiva riparte il disco: complice un'annata deludente a livello personale (il bottino nella Serie A 2017/2018 recita appena 4 gol e 2 assist), Berardi torna a essere uomo-mercato ed è il primo nome sul taccuino di Monchi, che vuole regalare a Di Francesco il suo pupillo, ma anche in questa occasione la Roma fa scelte diverse sul mercato e l'attaccante resta a Sassuolo.

L'ultimo ritorno di fiamma è dell'estate 2019. Berardi viene definito da più parti "vicinissimo" alla Roma, e dopo tanti anni di corteggiamenti la trattativa sembra finalmente destinata ad andare in porto. Nonostante le voci di un "accordo trovato" tra le parti però, l'affare finisce ancora per fallire e il tutto si conclude in un nulla di fatto.

Da Edgar Davids a Viduka, da Adriano del Barcellona a Criscito passando per Nacho Fernandez: Domenico Berardi è solo l'ultimo dei promessi (mai) sposi della Roma.