Eusebio Di Francesco ha rilasciato un'intervista a Roma Tv a seguito del prolungamento del contratto che lo legherà ai giallorossi fino al 2020. "L'anno scorso quando sono arrivato mi sono sentito subito a casa. Oggi posso dire che ci ho preso la residenza. E' stata una conferma importante, il fatto che questa società abbia dato continuità al progetto tecnico per me è motivo di grande soddisfazione. Questo è fondamentale per costruire ancora meglio le basi che abbiamo piantato la scorsa stagione. Dal mio punto di vista dobbiamo migliorare ancora tanto perché questa società ha il desiderio di crescere insieme a me. Il fatto di poter dare più tempo è fondamentale per migliorare in alcuni aspetti che forse sono mancati nell'anno precedente. 

Il bilancio

E' stata una stagione straordinaria sotto tanti punti di vista anche se c'è sempre qualche piccolo rimpianto perché abbiamo visto passare così da vicino la finale di Champions, competizione in cui abbiamo un percorso straordinario, è un peccato. Abbiamo dimostrato di avere le potenzialità di poter arrivare in finale contro il Real Madrid, devo dire che abbiamo pagato un po' di errori ma nel complesso generale è stata un'ottima annata in Champions. In campionato vogliamo ripartire con l'ambizione di fare molto meglio rispetto all'anno scorso. L'auspicio per la prossima stagione deve essere quello di crescita generale: tecnica, di convinzione e consapevolezza di quanto fatto l'anno precedente, senza sedersi sul passato. Il desiderio deve essere quello di migliorarsi giorno dopo giorno e non dipende solo dai calciatori ma anche da tutto lo staff.

Ritiro a Trigoria

Insieme alla società abbiamo scelto di fare il ritiro a Trigoria per tanti motivi. Per il fatto che dopo andremo fuori, per il fatto di avere ancora maggiore compattezza e avere tutti i nostri strumenti a disposizione, facilitati dai campi e un insieme di cose, magari in un ambiente dove ci può essere un po' più di caldo, ma valutando pro e contro abbiamo deciso di restare a Roma e mi auguro che ci sia la possibilità per creare la basi tecniche, motivazionali e di senso di appartenenza per il futuro.

Mercato

Per il mercato mi sento quotidianamente con Monchi ma il mercato vive di dinamiche sono spesso imprevedibili. Alcuni giocatori sono già arrivati e sono contento. Stiamo cercando di mettere su una squadra competitiva sotto tutti i punti di vista.