14 calciatori in prestito tra principali campionati europei e Serie B. È questo il bilancio delle cessioni a titolo temporaneo della società giallorossa. Alcuni di questi sono stati ceduti con diritto ed obbligo di riscatto (Under, Cetin) altri, soprattutto i giovanissimi provenienti dalla primavera, con la formula del prestito secco. Esaminiamo allora le prestazioni dei "giallorossi emigrati", decisive per il loro futuro e per quello della Roma.

Viaggiando in Premier League troviamo Cengiz Under e Robin Olsen, rispettivamente a Leicester ed Everton. Il portiere svedese ha collezionato la prima presenza nei Toffees, giocando interamente il match contro il Newcastle. 2 i gol subiti, entrambi per mano (anzi piede, il destro) di Callum Wilson, il primo dei quali da calcio di rigore. L'attaccante turco sarà invece impegnato questa sera nel match contro il Leeds, ma non dovrebbe scendere in campo nell'undici titolare. Il tecnico Rodgers dovrebbe lasciarlo a riposo dopo i 66' minuti in Europa League di giovedì, nei quali ha ricoperto l'inedito ruolo di esterno destro nel 3-4-2-1 adottato dai Foxes.

In Portogallo l'unico rappresentante capitolino è Daniel Fuzato, portiere del Gil Vicente. L'estremo difensore non è però ancora mai sceso in campo con la nuova squadra, anche complici le buone prestazioni del compagno di reparto Denis, costantemente tra i migliori in campo.
Riavvicinandoci verso casa, più precisamente in Francia, troviamo l'ex capitano giallorosso Alessandro Florenzi e Steven Nzonzi. Il difensore romano non è stato convocato nell'incontro dominato dai parigini e vinto per 3-0 contro il Nantes. Aveva invece disputato una buona prestazione nel match di Champions League contro il Basaksehir. Vince ancora Steven Nzonzi con il Rennes. Il francese, schierato titolare come mediano in un 4-1-4-1 appare tornato insostituibile dopo l'assenza forzata in Coppa contro il Siviglia.
Spostandoci in Bundesliga torna in mente Justin Kluivert. L'olandese è stato tenuto in panchina per tutti i 90' nella sconfitta del Lipsia contro il Monchengladbach. Ha invece disputato 25 minuti mercoledì contro il Manchester United, rimediando un'ammonizione e l'onore di assistere di persona alla disfatta della squadra, uscita sconfitta 5-0.

In Serie A ritroviamo Mert Cetin. Il centrale di difesa, ora al Verona, dopo un buon inizio di stagione è ancora ai box per la lesione al bicipite femorale della coscia sinistra. Il suo rientro in campo dovrebbe essere questione di giorni, ma tornerà titolare solamente dopo la pausa.
È in Serie B, come prevedibile, che si concentra la più alta percentuale di calciatori della Roma in prestito. Quello monitorato con maggiore attenzione dalle parti di Trigoria è senza dubbio Alessio Riccardi. Il gioiellino classe 2001 sarà impegnato questa sera nel posticipo contro il Lecce. Non è stato impiegato dall'allenatore Oddo nella partita di Coppa Italia contro il Parma. Altro nome interessante è quello di Mirko Antonucci, che nella parentesi in prima squadra è riuscito anche nell'esordio in Europa League. Nessun impegno per la sua Salernitana a seguito dei 23 positivi al coronavirus in casa Reggiana, ma incontro vinto per 3-0 a tavolino, decisione che ha fatto scoppiare il caos intorno al match. Solo panchina per Devid Bouah con il Cosenza dopo i 90' di mercoledì contro il Monopoli. Zan Celar, ora alla Cremonese,  gioca gli ultimi 10 minuti contro il Frosinone, dopo averne disputati 15 in Coppa Italia contro il Cagliari.

Fuori dal coro troviamo Ante Coric, catapultato al VVV-Venlo, in Eredivisie, e William Bianda, arrivato con molte aspettative per una cifra vicina ai 10 milioni di euro e ora allo Zulte Waregem, che disputa il massimo campionato belga. Il centrocampista croato non prende parte al match contro il Groningen, perso dai suoi compagni per 2-1. Il difensore francese dovrebbe invece partire titolare questa sera contro il Kortrijk, cercando insieme alla sua squadra la vittoria per allontanare l'insidiosa zona retrocessione.