Non ripercorrerà la rotta di Marco Polo. Per ora. Perché per Nainggolan al momento la Cina non è vicina, anzi si è allontanata rispetto a due giorni fa, quando sembrava che il club cinese del Guangzhou Evergrande, allenatore Fabio Cannavaro, fosse tornato  alla carica garantendo 30 milioni per il cartellino e un faraonico ingaggio da 12 milioni per l'uomo con la cresta più amata di Roma.

Smentite orientali

Ieri abbiamo fatto più di una telefonata a Pechino e dintorni, cercando di trovare qualche conferma. Non c'è stato smentito il fatto che al club di Cannavaro il belga piaccia e pure parecchio, ma aggiungendo anche che al momento non era stata fatta nessuna offerta scritta (e verbale?). Forse in futuro, chissà. Non è certo detto che ci abbiano detto la verità, ma l'impressione è che per il momento Radja non farà le valigie. Questo non vuol dire che rimarrà alla Roma. In Italia rimane sempre vivo l'interesse dell'Inter, ma il club nerazzurro da qui al 30 giugno sarà più impegnato a garantirsi le plusvalenze che servono piuttosto che ad acquistare. Casomai se ne riparla tra qualche settimana. Intanto ieri si è praticamente chiuso il trasferimento di Bruno Peres al Torino con lo scambio di documenti.

Opzione Ziyech

In questo senso, Monchi sta lavorando per dare un altro centrocampista a Di Francesco. Cioè il marocchino Ziyech, cartellino di proprietà dell'Ajax, passaporto olandese, un passato remoto da esterno offensivo di qualità, un passato più recente da intermedio sempre di qualità. La Roma con il giocatore ha già avuto più di un contatto e pure con il club olandese con cui, considerando Kluivert, i rapporti negli ultimi giorni sono stati molto frequenti. E la società giallorossa non si è spaventata più di tanto quando gli olandesi hanno valutato cartellino di Ziyech circa 50 milioni. Sono 50 milioni trattabili, in Olanda c'è chi garantisce che potrebbero esserne sufficienti una trentina per portare a Trigoria anche il marocchino. La Roma ha già avuto il gradimento del giocatore al trasferimento e questo potrebbe essere un fattore decisivo. Gradimento che, non più tardi di qualche giorno fa, ha rivelato l'ex romanista Benatia, compagno di nazionale. L'attuale difensore centrale della Juventus, infatti, ha dichiarato che Ziyech nello spogliatoio avrebbe confidato ai compagni che il suo futuro si colorerà di giallorosso.

Aumento di capitale

Si è conclusa ieri la prima fase dell'aumento di capitale. Sottoscritto circa l'86% dell'offerta per un ammontare di poco superiore ai 99 milioni di euro. Questo il comunicato della Roma: «A.S. Roma S.p.A. comunica che si è concluso il periodo per l'esercizio dei diritti di opzione con riferimento all'offerta in opzione di massimo n. 265.046.592 azioni di nuova emissione. Durante il periodo di opzione, a seguito dell'esercizio di n. 343.150.140 diritti di opzione, sono state sottoscritte n. 228.766.760 nuove azioni, pari all'86,31%, per un controvalore complessivo pari a euro 99.056.007,08. Risultano non esercitati n. 54.419.748 diritti di opzione, corrispondenti a n. 36.279.832 nuove azioni, per un controvalore complessivo pari a euro 15.709.167. Ai sensi dell'art. 2441, co. 3, Cod. Civ., i diritti di opzione non esercitati saranno offerti sul Mercato Telematico Azionario, per il tramite di Banca IMI S.p.A., nelle sedute del 14, 15, 18, 19 e 20 giugno 2018, salvo chiusura anticipata. Banca IMI provvederà ad offrire nella riunione di Borsa del 14 giugno l'intero ammontare dei diritti di opzione non esercitati e nelle quattro sedute di Borsa successive i diritti di opzione non esercitati non ancora venduti. L'esercizio dei Diritti di Opzione acquistati nell'ambito dell'Offerta in Borsa e, conseguentemente, la sottoscrizione delle Nuove Azioni dovranno essere effettuati, a pena di decadenza, entro e non oltre il giorno 21 giugno 2018, con pari valuta».