Prima di arrivare alle giovanili del Milan, Bryan Cristante ha militato nella Liventina. Un club dilettantistico di Motta di Livenza (TV), che nel corso degli anni è stato un centro di formazione di squadre importanti come Atalanta, Milan e, anche attualmente, Inter. Nel percorso di crescita del centrocampista della Roma, Alberto Romano (quasi un segno premonitore) è stato uno dei protagonisti più importanti. "Ho allenato Bryan circa tre anni, nell'età forse più delicata, tra i 12 e i 14 anni. Ha fatto due stagioni negli Esordienti e un anno nei Giovanissimi con me, prima che andasse al Milan". Esordisce uno dei primi allenatori di Cristante a il Romanista. "L'ultimo anno aveva fatto già qualche apparizione nell'Under 15 dell'Italia, nonostante giocasse nei dilettanti. Caratterialmente si è visto subito che era un leader. Lo è sempre stato, è un ragazzo metodico. L'allenamento per lui era qualcosa di importante. Si applicava sempre e nella testa aveva l'obiettivo finale. Per lui fare la partitina voleva dire giocare per vincerla, non tanto per giocarla e si arrabbiava quando i compagni non si impegnavano. E' uno che in campo non te le manda a dire. Sono ventotto anni che faccio l'allenatore e questi ragazzi con spiccata personalità mi sono sempre piaciuti, perché solo quelli così possono venire fuori. Dava consigli e motivava i compagni, lottava per il risultato e non mollava niente". 

L'INTERVISTA INTEGRALE SARA' IN EDICOLA SABATO